Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Ovadese Silvanese: "Porta inviolata, un segnale di maturità"

Seconda gara senza subire gol per la formazione arancione ora seconda in classifica alle spalle dell'Asca. Mister Vennarucci: "La squadra ha saputo soffrire quando c'era bisogno"
 OVADA - “Sono contento perché non abbiamo preso gol”. E’ molto chiaro mister Vennarucci nell’indicare l’aspetto più positivo della vittoria della sua Ovadese Silvanese sul campo della Pozzolese. Un successo che lancia la formazione arancione al secondo posto solitario in una classifica per ora condotta dall’Asca. Non è certo stata una passeggiata la sfida di ieri al contrario di quanto indica il punteggio. “Abbiamo saputo soffrire – l’analisi dell’allenatore – quando ce n’è stato bisogno. E questo è un buon segnale di maturità e di crescita da parte del gruppo”. La porta di Gallo, autore di un paio di interventi decisivi, è rimasta inviolata per la seconda volta in campionato.  Se contro il Libarna, la cavalcata degli ovadesi era stata pressoché incontrastata, contro la Pozzolese la prima parte della ripresa è stata particolarmente ardua. La formazione arancione è andata in sofferenza sulla fascia destra, quella presidiata da Gaggero che spesso non può contare sui ripiegamenti di Dentici. L’aggiustamento della panchina è stato l’inserimento di Barbato, poi in gol per il raddoppio, e il conseguente arretramento di Oliveri, l’uomo buono per tutti i ruoli, partito in posizione avanzata sulla sinistra. La squadra si è rimessa in carreggiata anche se ha sprecato qualche occasione di troppo per chiudere la sfida. “Dobbiamo migliorare anche in quello – conclude Vennarucci – ma l’aspetto fondamentale è non prendere gol. Se ci riusciamo poi un gol lo troviamo”. Domenica sfida con il San Giuliano Nuovo che ieri ha pareggiato contro la Castelnovese Castelnuovo.

8/10/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus