Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket

Junior, vendetta a Cremona

Lo scontro diretto va alla Novipiù, che parte male ma rimonta e porta Cremona all'overtime. Decisivo il canestro di Temple, ottima prova di Janning e Stevic (15 punti a testa)
E finalmente arrivò il giorno in cui fu la Junior a spuntarla all'ultimo respiro. Per fortuna, nello scontro diretto contro Cremona, il primo vero bivio della stagione: toppare anche contro i lombardi non avrebbe significato solo il record negativo di sei sconfitte consecutive (già maturato nelle prime sei giornate), ma avrebbe quasi sicuramente comportato un abbattimento del muro di speranze e soprattutto convinzioni sui quali si reggono gli uomini di Crespi. Per contro, la vittoria non solo sblocca quella sorta di incantesimo che affliggeva i monferrini, ma infonde quell'entusiasmo del quale sembravano essere perse le tracce . E buona parte di questa legittima euforia deriva certamente dal fatto che, per una volta, il solito finale di gara tirato ed equilibrato non è andato nelle mani dell'avversario all'ultimo tiro, bensì esattamente il contrario. Un risultato che rimette completamente in gioco Casale nella lotta salvezza, resa vivissima non solo dall'aggancio proprio ai danni dei lombardi ma anche della simultanea sconfitta contro la Benetton di Teramo, ora distante solo due punti. Ed è su queste due squadre che Casale dovrà giocare le prossime gare per centrare il proprio obiettivo, da qui fino a maggio. Serviva una boccata d'ossigeno, fortuna vuole che essa sia arrivata proprio nel momento più delicato da quando Casale ha fatto il proprio ingresso nella massima serie. Una boccata d'ossigeno che Casale riesce a trovare costruendo una gara attenta e ragionata, nonostante l'inizio non convincente e certamente non da Junior. Grandissima è stata la capacità di reagire nella seconda metà di gara, quasi come se negli spogliatoi durante l'intervallo tutti i giocatori si fossero guardati negli occhi, interrogandosi su cosa fare nel classico momento da "dentro o fuori", e fossero riusciti tutti a trovare dentro di sè la medesima risposta. La seconda parte di gara, infatti, è tutta un'altra storia, grazie alle invenzioni di Janning e Stevic, bravi a sopperire all'opacità di Shakur. Proprio la stella della Junior fallisce il tiro che, all'ultimo secondo sul 60-60, avrebbe significato vittoria, ma è proprio qui che emerge il dato più positivo e confortante: nel momento più delicato della stagione, con il giocatore cui tutta la Junior si è sempre aggrappata nelle situazioni più difficili in tipica giornata no, esce fuori la forza del collettivo che permette di non perdere la testa nei due allunghi di Cremona, il secondo dei quali in pieno overtime. 

Il primo mattone della salvezza è stato dunque deposto, sia in termini di classifica che di evoluzione di un gruppo apparso compatto e unito nel momento decisivo. Ingrediente, quest'ultimo, di fondamentale importanza per il proseguo della stagione. Una stagione che, messe da parte le cinque sconfitte consecutive, riparte dall'anticipo di sabato prossimo (ore 16.10 diretta La7d) contro Varese ponendo Casale finalmente alla pari delle sue concorrenti, tutte schiacciate nella miseria di due punti. Niente, se si considera quante partite mancano alla fine del torneo. Un mini campionato all'interno del campionato, con finalmente la certezza di potercela fare.

LA PARTITA
Primi 5' di gara piuttosto equlibrati, le soluzioni di Hukic (al primo centro in rossoblu), Temple e Janning permettono di rispondere a Cremona, che grazie a Cinciarini, Milic e soprattutto Tabu si porta sul 14-8. Roderick permette alla Vanoli Braga di allungare a +8 per due volte, portando i suoi sul 20-12. A 2' dalla prima sirena Cinciarini trova il tiro da tre e segna il nuovo massimo vantaggio per i lombardi, che vanno sul 23-12 (+11). Gentile ruggisce da tre, ma poi perde palla e regala il possesso a Cremona. Lighty e Tabu però non ne approfittano, Malaventura accorcia lo svantaggio a -6, rimettendo in partita Casale. Il primo quarto si chiude cosi sul 23-17. Nel secondo periodo parte fortissimo Cremona, grazie a Cinciarini che trova un'altra tripla infuocata, replicata però da Stevic che limita i danni da sotto canestro, 26-19. Malaventura da tre risponde ai due liberi di Tusek e Casale si riporta a -6. A metà del secondo periodo il divario rimane invariato, e l'equlibrio viene spezzato da una tripla di Tabù, che rifinisce il vantaggio della Vanoli Braga a +8 (33-25). La Novipiù recupera e si porta fino a -5, ma il canestro di Roderick segna il 37-30 con il quale le squadre rientrano negli spogliatoi. Grande reazione della Novipiù in avvio di terzo tempo, i rossoblu riescono a rimontare Cremona e riaprire completamente i giochi nei primi 5', ma l'evidente sforzo comporta il blackout della seconda parte di periodo, tant'è che Cinciarini e Tabu permettono a Cremona, passata in svantaggio di un punto, di ribaltare le sorti della gara portandosi nuovamente a +7. Shakur, opaco fino a quel momento, realizza da tre il canestro che permette a Casale di rimanere in scia a -4, ma Lighty in area firma il 50-44 con il quale si entra nell'ultima fetta di gara. Bastano due palle perse a Cremona per rimettere la partita in equlibrio: Hukic prima e Stevic poi firmano i punti del 50-48. Reagisce Cremona con D'Ercole, che da tre segna il parziale +5 per la Vanoli Braga. Shakur e Janning sbagliano da due ma Stevic è implacabile a rimbalzo e segna il canestro del nuovo -3. Tusek da due riporta i suoi a +5, ma Stevic ha mano calda e con due canestri da due riporta Casale a -1. Tabu perde palla, Stevic prova a punire da tre ma sbaglia, regalando un possesso che Cremona spreca. Si entra cosi negli ultimi 5' di gara in sostanziale equlibrio, se non fosse per i falli che penalizzano la Junior. Altro sbaglio da tre di Temple, palla regalata a Cremona ma Roderick a sua volta non mette dentro la tripla, nessuna delle due squadre riesce ad allungare. Cremona e Casale non segnano punti in due giri di orologio, entrando cosi negli ultimi 2' di gara sul 55-54. Lighty subisce fallo ma dalla lunetta fa solo 1 su 2, Shakur e Cinciarini falliscono da tre dunque Casale rimane in corsa a -2. Cinciarini non sbaglia i due dalla lunetta, ma Janning accorcia con una tripla dalla distanza, replicata a sua volta da Tusek con una soluzione da sotto canestro, 60-57 con cui si entra nell'ultimo minuto di gara. Janning sbaglia dalla distanza, Stevic accorcia comunque a -1. Roderick perde palla, Stevic subisce fallo e va dalla lunetta, realizzando il punto del 60-60 a 15'' dalla fine. Cinciarini fallisce da tre e regala palla a Casale, che però spreca con Shakur il canestro della vittoria. Lighty fa altrettanto per Cremona e le squadre vanno all'overtime. Nell'overtime Lighty allunga Cremona a +4, poi Milic fa 66-60. Gentile e Stevic risvegliano Casale, che torna a -4 a 2' dalla fine.Milic fa di nuovo +6, cremona sembra essere in controllo del tempo supplementare. Janning riapre i conti da tre, 70-67. Gentile fa -2 e si entra nell'ultimo minuto di gara sul parziale di 71-69. Una tripla di Janning permette di entrare negli ultimi 15'' sul +1 Cremona. Tabu perde palla, Temple da due non sbaglia e regala la vittoria a Casale, 73-74.
 
 
TABELLINO
VANOLI BRAGA CREMONA - NOVIPIU' CASALE: 72-73 (23-15, 37-28, 50-44, 60-60, 73-74)
VANOLI BRAGA CREMONA: Cinciarini 19, D'Ercole 6, Tabu 14, Milic 11, Lighty 11, Lottici, Antonelli, Roderick 6, Tusek 6, Perkovic, Belloni, Speronello  All.: Caja
NOVIPIU' CASALE: Janning 15, Malaventura 5, Stevic 15, Gentile 11, Temple 5, Martinoni, Hukic 4, Pierich 1, Shakur 6, Chiotti 12, Ferrero  All.: Crespi   

Le foto sono di Enzo Conti


29/01/2012
Riccardo Robotti - riccardo.robotti@alice.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus