Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Derby: l'Ovadese prima domina poi rischia

L'Ovada subisce una rete da El Amraoui al 1' e compromette la gara con altri due gol nei primi dieci minuti. La rimonta è tardiva
OVADA - L’Ovadese si aggiudica pure il derby di ritorno. Finisce 4-2 una gara pesantemente condizionata dai primi dieci minuti di follia dell’Ovada che ha concesso tre reti agli avversari. Al 1’ El Amraoui riceve palla dalla sinistra, ha tutto il tempo di girarsi fare due passi: il suo tiro non è forte ma angolato, Tagliafico non interviene. L’Ovada accusa il colpo. Al 4’ corner dalla sinistra di Coccia, batti e ribatti: la palla finisce sulla destra a Carosio che calcia insaccando sul palo lontano. Passano ancora pochi minuti e Chillè finalizza un veloce contropiede sulla sinistra: l’attaccante, appena entrato in area calibra il suo piatto destro sul secondo palo per il 3-0. I ritmi sono quasi da amichevole, la rezione dell’Ovada non c’è. In avvio di ripresa Gonzalez calcia una punizione da 20 metri: la strana deviazione di Fiori a due mani manda la palla sulla parte alta della traversa.

Il poker arriva al 19’ con Giacobbe lanciato nella metà campo avversaria sguarnita da Rossi: il centrocampista entra in area e fredda Tagliafico. Un minuto e arriva il gol di Gonzalez che taglia dietro Lanza sul suggerimento di Civino e batte Fiori. Sull’azione si fa male Ferraro per uno scontro con il portiere. L’Ovadese in dieci subisce la seconda rete. Corner da sinistra, colpo di testa di Giuttari: sulla respinta della traversa Magrì insacca. Le due squadre si allungano, tante sono le occasioni da ambo le parti. Chillè si fa parare in uscita bassa una conclusione dall’interno dell’area. Gonzalez potrebbe gare 3-4 ma spedisce a lato il suo destro a tu per tu con Fiori. “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo – ha commentato il mister dell’Ovadese, Francesco Monteleone. Certo l’avvio ci fa facilitato. Nel secondo tempo abbiamo mollato la presa, martedì in allenamento cercheremo di capire cos’è successo”. “I primi dieci minuti – ha analizzato sul fronte opposto Emiliano Repetto – sono stati allucinanti. A volte abbiamo dei vuoti ma mai così. Loro sono più forti ma noi non siamo questi. Peccato perché mi sarebbe piaciuto giocarmela alla pari almeno un tempo”.

 

Formazioni – Ovada: Tagliafico, Gioia (Coco), Donghi, Porotto, Mercorillo, Marasco, Scatilazzo (Andreacchio), Giuttari, Magrì, Gonzalez, Civino. All.: Repetto.

Ovadese: Fiori, Carosio, Ferraro (Geretto), Olivieri (Panariello), Oddone, Lanza, Rossi, Giacobbe, El Amraoui, Coccia (Oliveri), Chillè. All.: Monteleone.

Arbitro: Ralca di Alessandria.  

26/02/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus