Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Motociclismo

Campionato italiano minienduro a Pontestura

Si disputerà domenica 22 luglio, il più importante evento di Enduro della nostra Provincia. Una manifestazione riservata ai più piccoli, i piloti dagli 8 ai 14 anni, ma che ha incrementato negli anni la propria importanza, diventando un campionato molto combattuto e dagli elevati contenuti tecnici
Si disputerà domenica 22 luglio, il più importante evento di Enduro della nostra Provincia. Una manifestazione riservata ai più piccoli, i piloti dagli 8 ai 14 anni, ma che ha incrementato negli anni la propria importanza, diventando un campionato molto combattuto e dagli elevati contenuti tecnici. Il Minienduro è seguito in maniera particolare dalla Federazione Motociclistica Italiana, proprio per far crescere al meglio i campioni di domani. L’organizzazione sarà a cura del moto club Monferrato, i cui soci da quasi un anno stanno lavorando per predisporre al meglio questo appuntamento. I giovani piloti infatti pretendono giustamente il massimo per quanto riguarda la logistica e si tratta quindi di riprodurre “in scala” una vera e propria manifestazione di Enduro, con prove speciali in linea e fettucciate, percorso e Controlli Orari e tutte le difficoltà tipiche di questa disciplina. Partenza ed arrivo avranno luogo presso la cava di Pontestura, a poche centinaia di metri dall’abitato in direzione di Vialarda e la partenza del primo concorrente, per evitare le ore più calde, sarà dato alle ore 8,30 di domenica 22 luglio. Oltre ai piloti delle regioni più vicine, sono attesi giovani partecipanti da ogni parte d’Italia, soprattutto dal Veneto e dalla Toscana, ma anche dalla Sicilia, dove, sulle orme di Cairoli, il fuoristrada sta diventando una disciplina molto seguita. Gli organizzatori, un gruppo di giovani veramente molto appassionati e sempre scrupolosi nel rispettare le norme ambientali, ci tengono molto a far sapere che questo evento, come tutti gli altri sotto l’egida del promoter Axiver, saranno ad “impatto zero”. Per ogni manifestazione sono infatti state calcolate le emissioni di Co2 che saranno compensate da un contributo per la creazione e la tutela delle foreste. In questo modo l’Enduro ha deciso di lanciare un segale importante a tutto il panorama motoristico italiano, dimostrando la propria sensibilità verso le problematiche ambientali. L’appuntamento per tutti gli appassionati di fuoristrada (ricordiamo che l’accesso è gratuito) è per domenica 22 luglio alla cava di Pontestura.
18/07/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus