Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Salute

La Lilt al congresso di Amsterdam

La Sezione provinciale di Alessandria della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori presenta la propria attività di ricerca scientifica allo European Cancer Congress
ALESSANDRIA - I risultati del progetto di ricerca New communication strategies of the Italian League against Cancer to promote healthy behaviors in the province of Alessandria (Nuove strategie in tema di comunicazione per la promozione di stili di vita salutari) saranno presentati domenica 29 settembre nella sessione Epidemiologia e Prevenzione del Congresso europeo sul Cancro di Amsterdam e che è promosso dalle principali società scientifiche oncologiche (Ecco, Esmo, Estro) del nostro Continente. Il progetto è frutto della collaborazione di Lilt Al con il Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali (Digspes) dell’Università del Piemonte Orientale e con l'Aslal (Gruppo di Promozione ed Educazione alla Salute) ed è stato finanziato in parte dal Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Alessandria (Csva). L’obiettivo del progetto è di migliorare l’efficacia comunicativa delle campagne di educazione alla salute svolte da Lilt Al sul territorio alessandrino in un momento in cui la penetrazione delle campagne di informazione sulla salute corre il concreto rischio di perdere di incisività a causa del sempre maggior affollamento comunicativo a cui il pubblico è esposto.

La condizione di sovrappeso o di obesità è stata utilizzata come paradigma per migliorare la conoscenza dei meccanismi psicologici e sociali determinanti i comportamenti, che collocano queste persone ad accresciuto rischio nei confronti di severe patologie croniche, tra cui anche quelle oncologiche. Dalle interviste realizzate con pazienti degli ambulatori di dietologia dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria e di Villa Igea di Acqui Terme è emerso che queste persone considerano la loro salute a rischio solo quando altre malattie si sovrappongono alla condizione di sovrappeso o di obesità, che come tale non viene considerata patologica e pertanto risulta poco suscettibile di influenza da parte di campagne educative finalizzate a promuovere un’alimentazione salutare. L’esperienza maturata nel corso di tale ricerca sarà utile per poter costruire un modello educazionale applicabile anche ad altri fattori di rischio oncologico connessi a stili di vita scorretti, quali la sedentarietà, il tabagismo e l’esagerata esposizione solare.
29/09/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile