Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

“Energia in Energia”, secondo anno con numeri da record

Sono 56 le classi coinvolte, con oltre 1.100 studenti. La competizione consentirà di sviluppare esperienze grazie alle quali familiarizzare con il concetto di energia, risparmio energetico e riqualificazione dell’ambiente. A maggio le giornate conclusive

ALESSANDRIA - Oltre 1.100 ragazzi, 12 istituti comprensivi, 19 scuole della provincia e 56 classi coinvolti: sono i numeri record della seconda edizione del progetto didattico Energia in Energia, che vede come partner il Comune di Alessandria, 3i Group, il Disit – Dipartimento di Scienze e Innovazione tecnologica dell'Università del Piemonte Orientale, Amag Reti Idriche, l'Ufficio scolastico provinciale e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

La competizione, rivolta agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio e dedicata al tema dell’energia rinnovabile, consentirà fino a maggio - quando, il 10 e il 17, si svolgeranno le giornate conclusive, con tanto di presentazione dei modellini e dei piani elaborati - di sviluppare esperienze grazie alle quali 'familiarizzare' con il concetto di energia, risparmio energetico e riqualificazione dell’ambiente.

Ogni classe partecipante ha già ricevuto dalla 3i Group un kit di lavoro (di fatto, un modellino di stazione energetica) e le schede informative su alcuni esperimenti ed esempi pratici, dai quali insegnanti - peraltro a loro volta formati in Università nelle scorse settimane - alunni potranno prendere spunto per sviluppare elaborati, poster, esperimenti o modelli.

“Questo impegno - spiega Cherima Fteita, assessore alle Politiche giovanili - ha grande valenza culturale, essendo basato sul rispetto per l'ambiente e sullo sviluppo dell'energia. Ed è per noi un orgoglio vedere che si è passati dagli 800 ragazzini coinvolti l'anno scorso, agli oltre 1.100 di oggi”.

“E' importante che la scuola sappia costruire gruppi di lavoro diversi, con competenze che possono essere diffuse”, le fa eco l'assessore alla Pubblica istruzione, Silvia Straneo, mentre Franco Daquarti di 3i Group sottolinea come “noi stessi, in quanto società di ingegneria, ci teniamo a raccontare cosa facciamo nel quotidiano. E poterlo fare non solo a parole, ma facendo sì che i giovani possano toccare con mano la nostra esperienza, è una esperienza senza pari”.

“I docenti sono venuti da noi a formarsi – chiosa il professor Paolo Trivero del Disit – E questo passaggio dall'università agli insegnanti, e dai maestri fino ai loro allievi, è importante, perché vuol dire passare ai giovani nozioni nuove e corrette. E consentire alle generazioni di domani di elaborare esperimenti dedicati al futuro della città consentirà loro di seguire nel tempo le idee maturate oggi”.

16/01/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile