Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Barletti: siglata una partnership con la Cambridge International School

A partire dal prossimo anno scolastico sarà attivato il corso abbinato al liceo scientifico. Le matricole del “Pascal” di Ovada potranno seguire le lezioni e i corsi di studio del noto istituto di formazione britannico.

OVADA - Dopo l'Istituto Subrero di Casale Monferrato, anche la "Scuola felice" di Ovada avrà la sua partnership con la Cambridge International School. Un definizione utilizzata dal funzionario proveniente direttamente dal Regno Unito che, volontariamente o meno, ha dato vita ad un gioco di parola con il nome di battesimo del preside, Arlotta, chiaramente soddisfatto per il buon esito dell'accordo. «La risposta delle famiglie è stata molto positiva – ha spiegato –. In futuro valuteremo l’estensione anche per gli altri indirizzi». Dagli studenti che si preparano a varcare la porta del Pascal per la prima volta è arrivata una risposta incoraggiante, visto che 40 dei 46 iscritti alle due sezioni dello scientifico si sono detti interessati a questa opzione. Un fatto non scontato, visto che le famiglie dovranno versare una quota per l’attività extracurriculare (è previsto l’inserimento di tre ore aggiuntive).

Oltre alle lezioni di lingua inglese, effettuate da insegnanti madrelingua, è prevista anche una specializzazione in “Fisica” (nel primo biennio) e “Informatica” (classi terza e quarta). A partire dal prossimo anno scolastico sarà attivato il corso abbinato al liceo scientifico. Le matricole del “Pascal” di Ovada potranno seguire le lezioni e i corsi di studio della Cambridge International School, presente con il logo, anche lungo i corridoi del plesso di via Pastorino – unico dei tre poli ovadesi che ospiterà questo progetto, quantomeno nella prima fase sperimentale di 9 mesi –, al fine di promuovere la già ricca offerta formativa. L'iter burocratico è iniziato lo scorso autunno, per poi concludersi il 21 febbraio 2018, in seguito alla visita del rappresentante britannico. Il giudizio è stato estremamente positivo, tanto che quest'ultimo l'ha definita come una delle migliori tra quelle che ha visitato.«In questo modo vogliamo offrire nuovi metodi di apprendimento ai nostri ragazzi – spiega la professoressa Secondino –. La tipologia di studio dell’impianto britannico è più pratica e permette di aprire la mente dei ragazzi che, al termine del percorso scolastico al Barletti, dovranno confrontarsi (nella maggior parte dei casi, ndr) con gli atenei delle principali metropoli del Nord Italia. 

 

 

2/06/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film