Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lavoro

La Provincia promuove la formazione contro la lotta alla disoccupazione

La Giunta provinciale, presieduta da Paolo Filippi, su proposta dell’assessore al Lavoro e occupazione, Massimo Barbadoro, ha approvato il documento relativo al “Bando provinciale per le attività formative finalizzate alla lotta contro la disoccupazione (Direttiva Mercato del Lavoro 2012-2014) – Anno formativo 2012-2013”
La Giunta provinciale, presieduta da Paolo Filippi, su proposta dell’assessore al Lavoro e occupazione, Massimo Barbadoro, ha approvato il documento relativo al “Bando provinciale per le attività formative finalizzate alla lotta contro la disoccupazione (Direttiva Mercato del Lavoro 2012-2014) – Anno formativo 2012-2013”.
Per l’annualità 2012-2013, la Regione Piemonte ha assegnato alla Provincia di Alessandria risorse pari a 4.320.000 euro per attività formative.
Considerata l’esigenza di ricavare dati aggiornati e attendibili sulle ricadute occupazionali dei corsi di formazione per disoccupati e giovani in obbligo d’istruzione finanziati dalla Provincia di Alessandria, è stata condotta un’indagine basata sull’analisi delle comunicazioni obbligatorie presentate presso i Centri per l’impiego della Provincia, definendo, in termini di priorità provinciali, i settori e le figure professionali a più alta tensione e ricaduta occupazionale.
Il bando provinciale si rivolge a soggetti in condizione di svantaggio, giovani e adulti inoccupati/disoccupati, gli occupati in cassa integrazione in deroga, la popolazione in generale per quanto riguarda la formazione permanente. Beneficiari dei contributi sono le Agenzie Formative e le Ats tra Agenzie.
Il bando consiste in corsi annuali post qualifica, post diploma e post laurea, corsi formativi annuali o biennali per una qualificazione di base o specializzazione, corsi formativi brevi di aggiornamento delle competenze trasversali e/o professionali, corsi pluriennali di qualifica e rientro nell’istruzione secondaria superiore.
Tra i soggetti interessati, oltre ad adulti e giovani disoccupati qualificati, diplomati o laureati, anche giovani a rischio (ultra sedicenni che hanno abbandonato la scuola, non si sono inseriti nel mercato del lavoro e presentano retroterra socio-familiari difficili, per cui sono seguiti dai servizi sociali territoriali o da strutture di assistenza pubblica o privata), adulti detenuti, disabili (sensoriali, psichici e psichiatrici, invalidi civili) e immigrati stranieri e disoccupati.
31/07/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi