Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Slala diventa "fondazione a partecipazione". Oneri per il Comune? 6 mila euro l'anno

Sono le modifiche dello Statuto di Slala (che diventa Fondazione a partecipazione privata e di categorie) a dover essere approvate dal Consiglio comunale di Alessandria, in qualità di socio. "Solo presa d'atto, o si può modificare con emendamenti?" chiede Mazzoni (PD). Ma soprattutto, vista l'indagine aperta della Corte dei Conti sui bilanci, "quali sono gli oneri per il Comune?" chiede Abonante. Buzzi Langhi: "Sempre lo stesso degli ultimi anni: 6 mila euro"
 ALESSANDRIA - Le modifiche allo Statuto di Slala per la sua trasformazione in “fondazione a partecipazione (privata)” devono passare dal Consiglio comunale di Alessandria. “Approvazione o semplice presa d'atto?” chiede il vicepresidente del Consiglio, Enrico Mazzoni, in base se è un testo emendabile, quindi se i consiglieri ci possono ancora mettere le mani sopra oppure no. Una domanda posta al vicesindaco, Davide Buzzi Langhi in commissione Bilancio, che ha dovuto attendere la risposta arrivata dallo studio notarile Mariano che si è occupato dell'atto. “Si può modificare. Le eventuali proposte dovranno poi a loro volta passare al vaglio del Consiglio generale della Fondazione nella prima seduta utile”.

Chiarito questo, cosa cambia in concreto? Che Slala diventa una Fondazione pubblica, dove gli enti, le pubbliche amministrazioni e l'Università rappresentano i soci “istituzionali” che partecipano all'assemblea ai quali si aggiungono “partecipazioni” di privati o di categorie, i cosiddetti soci “sostenitori” che contribuiscono notevolmente nella società a livello economico-patrimoniale. Questi sono rappresentati nella assemblea dei soci della Fondazione con un rappresentante, “proprio per non perdere il valore pubblico di Slala” ha spiegato Buzzi Langhi.

Una realtà, quella di Slala, che passa da una fase di quasi liquidazione ad una rinascita: “quali sono gli oneri a carico del Comune in tutto ciò?” ha chiesto Giorgio Abonante dai banchi del PD. “Visto che può essere oggi un aspetto negativo, o comunque di un certo peso, viste le considerazioni della Corte dei Conti sui bilanci”. Come da anni a questa parte resta invariato il contributo di Palazzo Rosso a Slala: 6 mila euro l'anno. “I comuni più piccoli, 3 mila euro, mentre le cifre più consistenti sono dai privati, che come annunciato da Rossini, sono già 4 ad essere entrati nella Fondazione”.
E nel caso di perdite patrimoniali? Quali sono gli obblighi? “Per il momento è un problema che non sussiste – ha precisato il vicesindaco – visto che le entrate di Slala sono superiori alle spese, ridotte per tutta la struttura (dai compensi agli affitti), non ci sono debiti bancari e si fa affidamento su un buon patrimonio”. E poi c'è la garanzia di un controllo continuo su tutto da parte della Prefettura.
28/02/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile