Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Ridurre le rate sui mutui: il Comune ci prova

Utilizzare quanto risparmiato per avere maggiori margini di manovra in futuro. Il Comune di Ovada ci prova, con l'obiettivo di ridurre la rata annuale complessiva di questi tredici mutui è di quasi 209 mila euro. Molto diversi fra loro gli importi, tra i 400 mila euro e i 32 mila euro.

OVADA - Il primo proposito per il 2018 arriva proprio nei giorni in cui Palazzo Delfino sta iniziando a predisporre le linee guida per il bilancio di previsione del prossimo anno. Tra le soluzioni prospettate c'è anche quella di limitare l’indebitamento, riducendo l’importo di tredici mutui contratti negli anni scorsi presso la Cassa Depositi e Prestiti per lavori e interventi che allo stato attuale, e con i ribassi praticati in sede di gara per l’assegnazione dell’appalto, sono meno onerosi rispetto a quanto previsto. Utilizzare quanto risparmiato per avere maggiori margini di manovra in futuro. La cifra complessiva è comunque significativa se si considera che ad oggi la rata annuale complessiva di questi tredici mutui è di quasi 209 mila euro. Molto diversi fra loro gli importi, tra i 400 mila euro e i 32 mila euro. “In passato – spiega l’assessore al Bilancio, Giacomo Pastorino – queste somme erano stare richieste perlopiù per finanziare la manutenzione ordinaria. Con gli attuali vincoli che regolano la finanza pubblica, gli Enti che - come il Comune di Ovada - dispongono di avanzi di amministrazione di importo considerevole, accumulatosi negli anni ma spendibile solo in parte ci è sembrata una buona scelta quella di ridurre l'indebitamento costituito da questi mutui. Siamo ora in attesa delle decisioni della Cassa Depositi e Prestiti: se sarà a noi favorevole, nel 2018 avremo un piccolo risparmio sulla parte corrente del bilancio”.

In caso di esito positivo l’operazione sarà poi ripetuta nel 2018 così come nel 2016 si era proceduto all’estinzione anticipati da altri per un totale superiore a 181 mila euro. “Far calare l'indebitamento è una scelta strategica del Comune – prosegue Pastorino - già nel trennio 2016 -2018 è previsto in calo per circa un milione e mezzo (da Euro 5.707.113 al 1/1/2016 a Euro 4.231.863 previsti a fine 2018 ndr). Con queste operazioni il Comune di Ovada si sta attrezzando per cogliere positivamente le opportunità che sicuramente scaturiranno dagli anni futuri. Ci presentiamo infatti con un indice di indebitamento molto basso e con una conseguente capacità di spesa notevole”. Dall’esito di queste operazioni, e dall’eventuale vendita dell’ex fermata del tram di piazza Castello, dipenderà la traduzioni in fatti concreti di quanto messo nero su bianco sul piano triennale dei lavori pubblici da poco approvato in Giunta.

 

 

 

29/12/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria