Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Passa il bilancio: opposizione durissima

Braini (Cinque Stelle): "Soldi sperperati per inutili passerelle". Bricola: "Sarebbe il caso di accelerare con le alienazioni". Nel 2017 il pareggio scenderà sotto i 13 milioni
OVADA - Una cifra per il pareggio che calerà bruscamente l’anno prossimo per poi avere ancora un taglio più contenuto nel 2018. E’ questa la previsione finanziaria alla base del bilancio per il 2016 e il piano triennale approvati ieri sera in consiglio comunale. Nell’anno in corso si attesta a 13.340.405 euro il giro d’affari complessivo. Nel 2017 la stessa voce scenderà a 12.540.370 euro. L’anno successivo 12.148.732 euro. In leggero calo nel triennio le spese correnti quest’anno sugli 8.410.537 euro. Le entrate tributarie, come già scritto sull’ultimo numero, saranno attorno ai 7 milioni, cui vanno aggiunti i proventi da multe e parcheggi per un altro milione. “Stiamo vivendo anni difficili – è intervenuto in consiglio comunale l’assessore al Bilancio Giacomo Pastorino – Questo è il nostro terzo bilancio, siamo quindi al giro di boa. Per il primo anno non si parla più di patto di stabilità ma di pareggio di competenza. E’ un piccolo passo avanti anche se dobbiamo ancora valutare che riflessi avrà sull’attività amministrativa. Per noi sarebbe importante poter spendere davvero le risorse che abbiamo in cassa”. Durissime le critiche di parte dell’opposizione. “In questi anni – è intervenuto Emilio Braini, capogruppo del Movimento Cinque Stelle – le amministrazioni rosse hanno solo sprecato soldi per opere utili sono a fare delle passerelle. La città si è trasformata in una sorta di dormitorio per anziani. Sorrido al fatto che i soldi per le asfaltature, a quanto leggo nel programma dei lavori pubblici, sono stati trovati nel 2018: la solita asfaltatura pre elettorale. “A Ovada – è intervenuto il capogruppo di “Patto per Ovada”, Giorgio Bricola – sembra che viviamo solo di Pro Loco. Peccato che non si parla di un piano di sviluppo organico. Si parla di alienazioni e sarebbe il caso di accelerare e lavorare seriamente perché da queste operazioni possono arrivare risorse finanziarie in più”.
19/05/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé