Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Milan addio, crisi finale del berlusconismo?

L’annuncio della trattativa in corso con uno o più oscuri gruppi asiatici per la cessione del Milan, unita alle contestuali voci sulle nuove strategie di Mediaset e Mondadori, ma soprattutto all’irreversibile declino politico di Berlusconi, ha suscitato in molti osservatori l’impressione della fine di un’epoca...
OPINIONI - Il termine “berlusconismo” è entrato nel linguaggio corrente per designare un fenomeno complesso che, a partire dalla vicenda imprenditoriale di Silvio Berlusconi, caratterizza da più di un trentennio la società italiana. Per quanto i suoi interessi e le sue ramificazioni siano molteplici, nel cuore del berlusconismo si collocano tre ambiti: il mondo della TV e dello spettacolo, che tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta ha proiettato un intraprendente costruttore milanese nelle cronache nazionali; il calcio, che gli ha aperto le porte dell’olimpo delle celebrità patrie; e infine la politica, affacciandosi alla quale egli ha potuto capitalizzare i frutti di una popolarità ormai consolidata.
L’annuncio della trattativa in corso con uno o più oscuri gruppi asiatici per la cessione del Milan, unita alle contestuali voci sulle nuove strategie di Mediaset e Mondadori, ma soprattutto all’irreversibile declino politico di Berlusconi, ha suscitato in molti osservatori l’impressione della fine di un’epoca. Che è reale nella misura in cui si voglia ridurre la parabola del berlusconismo a quella del suo fondatore, avviato fisiologicamente verso la conclusione della propria vita pubblica; ma lo è assai meno se si posa lo sguardo sui mutamenti profondi che quell’epopea ha prodotto sulla storia italiana.
Nella sua formulazione più estrema, questa tesi addebita al berlusconismo la trasformazione antropologica degli italiani, come sentenziò – fra gli altri – Nanni Moretti un decennio fa ne “Il Caimano”. Anche senza avventurarsi su un terreno così insidioso, e ragionando in termini il più possibile avalutativi, non è difficile cogliere la carica “rivoluzionaria” dell’avventura berlusconiana nei suoi tre campi d’elezione. Le reti Fininvest, responsabili in sommo grado del trionfo di veline, grandi fratelli e simile umanità nell’immaginario collettivo, hanno non di meno favorito la modernizzazione dell’industria televisiva attraverso una competizione effettiva fra pubblico e privato. Il modello organizzativo del Milan ha contribuito a traghettare il calcio italiano verso un vero professionismo, inaugurando una lunga stagione di vittorie internazionali dei nostri club e rinnovandone, in simbiosi con i dettami del “sacchismo”, lo stile di gioco, seppure in un ragionevole compromesso con l’italica sapienza difensiva.
E in politica? Non vi è dubbio che, in assenza della torsione impressa da Berlusconi ai paludamenti da Prima Repubblica, l’esplosione del M5S e l’ascesa di un leader come Renzi ai vertici del PD e dello Stato sarebbero state decisamente più complicate. L’onda lunga del berlusconismo, in ultima analisi, non si esplica nella sopravvivenza del suo (fantomatico) progetto politico in altre forme, come smoccola qualche avversario del renzismo. Ma piuttosto nell’aver concorso a rendere plausibile che legioni di elettori ripongano la propria fiducia in un ex comico o in un giovane sindaco di belle speranze, sedotti dalle loro abilità comunicative e dal loro fascino personale, facendo scivolare in secondo piano – al limite dell’irrilevanza – i contenuti propositivi del loro messaggio.
19/05/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria