Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Politica

Logistica: sguardo rivolto alle opere di "compensazione" per il Terzo Valico. Il sindaco ne parla con Delrio

In Consiglio comunale il Movimento 5 Stelle porta un ordine del giorno che impegna a fare una moratoria per dire "No" all'opera del Terzo Valico, alla sua "inutilità e pericolosità per il nostro territorio". La contrarietà a questa impostazione unisce per una volta maggioranza e minoranza Pd. Ma il viaggio romano di Cuttica porta confronto con il ministro Delrio in termini di logistica e di potenziamento snodo ferroviario alessandrino
 POLITICA - Il viaggio a Roma di qualche giorno fa del sindaco Cuttica ha aperto le porte al dialogo con il Ministro Graziano Delrio in materia di logistica e di rilancio economico per Alessandria. In particolare lo sguardo del primo cittadino (e uno dei suoi “pallini” come lo ha definito lui stesso, ndr) è rivolto allo scalo ferroviario del territorio alessandrino che va rivisto e valorizzato (forse più difficile risulta il discorso sulla linea con Milano). Soprattutto se pensiamo che Alessandria e il territorio della provincia “non possono essere solo la discarica dei rifiuti del Terzo Valico”.

Ed è proprio questo il punto su cui Cuttica vuole spingere: quali benefici ci porta questa opera? “Noi abbiamo diritto ad una compensazione per questa opera e per i disagi che porta al territorio”. Forse uno sguardo a 360°, con alcuni degli attori di questa sceneggiatura si potrà fare all'inizio del nuovo anno, con la realizzazione in città di un convegno proprio sul tema della logistica. Questa almeno è una speranza del sindaco.

Ma la discussione che unisce due temi importanti come la logistica e il Terzo Valico è stata aperta in Consiglio comunale nella serata di mercoledì 20 dicembre per un ordine del giorno proposto dal Movimento 5 Stelle che sottolineando la pericolosità dei rifiuti che ci stanno arrivando sul territorio e l'inutilità dell'opera e dei soldi (miliardi) che il Governo ci sta spendendo ha chiesto al sindaco e al Consiglio comunale che si attivi all'Anci per una moratoria all'opera. “So bene che con il nostro voto non si riuscirà a fermare l'opera, ma vorrei che passasse il messaggio che tutti combattiamo per rendere impossibili i conferimenti sul nostro territorio. Perché questa opera è una fregatura per tutti, per la città e per la salute dei suoi abitanti” ha concluso Michelangelo Serra dei 5 Stelle.

Dal sindaco è arrivato un parere negativo all'ordine del giorno proposto, pur condividendo alcune preoccupazioni e soprattutto condividendo la necessità di tenere su questa questione i riflettori accesi e puntati. “Non mi sento di schierare l'amministrazione contro il Terzo Valico, ma abbiamo diritto a compensazione per l'opera”. Più che sotto l'aspetto se l'opera sia utile oppure no, “credo – ha continuato Cuttica – ci sia da preoccuparsi se Alessandria ne trae benefici. Io per ora non ne ho visti”.

Secondo Enrico Mazzoni, rappresentante del Partito Democratico che ha sempre appoggiato la realizzazione del Terzo Valico, “la posizione dei 5 Stelle su questo tema è sempre stata chiara e netta, ma questo è un uso terroristico, buttandola sulla salute dei cittadini”. E secondo Mazzoni ancora peggiore è stata la risposta del sindaco: “se si ha anche solo un dubbio di pericolosità per i cittadini e la loro salute, non si può voler barattare questa con opere di compensazione!”. “Non mi mettete in bocca parole che non ho mai detto – ha ribattuto con tono il primo cittadino – Ho parlato di opere di compensazione per i disagi che questa opera dà alla città. Mai detto di barattare con la salute”.

Ancora diverso l'intervento del presidente del Consiglio comunale, Emanuele Locci, nelle vesti di presidente del gruppo Alessandria Migliore, che propone una modifica all'ordine del giorno che cancella l'idea della moratoria per sostituirla con la richiesta di “attenti controlli ambientali e attenta verifica delle esternalità negative legate alla realizzazione dell'opera (come anche il transito dei camion)”. “Così però delegittimiamo il sindaco e il suo ruolo” ha sostenuto la consigliera Rita Rossa, che pur sottolineando la diversità politica con l'attuale sindaco, rivendica l'autorevolezza del ruolo istituzionale del primo cittadino all'interno di tavoli su questa materia.

Così l'ordine del giorno resta fedele alle volontà dei 5 Stelle e per una volta mette d'accordo maggioranza di centrodestra e minoranza Pd, che votano contro la mozione grillina, sostenuta solo da Oria Trifoglio del Quarto Polo. Astenuti Locci e il presidente Demarte del Gruppo Misto/Dema.
22/12/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria