Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Le minoranze provano a fare una lista unica

Vertice l'altra sera con Pdl, Fare per Ovada, Gianni Viano, i grillini e Giorgio Bricola per il Psi. Angelo Priolo, escluso, attacca Boccaccio
OVADA - Provano a muoversi le forza di opposizione ovadesi. L’obiettivo, a un anno dalle amministrative, è quello della lista unica per essere davvero competitivi con il centro sinistra. Si sono incontrati nell’ufficio dell’ingegner Eugenio Boccacio, capogruppo di Fare per Ovada, dopo che un primo incontro promosso dal Popolo della Libertà di Ovada e messo in cantiere nel salone della chiesa di San Paolo era poi saltato. Presenti oltre al già nominato Boccaccio, i rappresentati del Pdl Saverio Caffarello e Mario Ferrari, Gianni Viano attuale consigliere comunale del centro destra, il portavoce del meet up ovadese dei Cinque Stelle Andrea Barisone, il presidente di Ovada Civica Franco Rocca. C’era anche il presidente del Consorzio Servizi Sociali Giorgio Bricola, leader dei socialisti e attuale membro della lista che governa la città, Insieme per Ovada.

“E’ stato un primo incontro orientativo – spiega uno dei partecipanti, Gianni Viano – personalmente sono pronto a mettermi a disposizione. All’interno della lista, o anche fuori se questo significasse avere maggiori probabilità di vincere”. “Noi abbiamo fatto la nostra proposta ,  l'unica che avremmo potuto – ribadisce per i “grillini” Andrea Barisone, scettico sulla prospettiva di una vera collaborazione – cioè quella di una lista veramente civica formate da persone nuove per la politica”. Assenti “pesanti” all’incontro Fulvio Briata, consigliere del Gruppo Misto, Micaela Anfosse segretario cittadino della Lega, Sergio Capello di Per Ovada e Angelo Priolo, volto di Fratelli d’Italia. Particolarmente critico quest’ultimo.  

Prendo atto con estremo rammarico  - attacca - che, il movimento politico, Fratelli d'Italia e' stato escluso da questo incontro  e mi chiedo quale titolo abbiano i sgnori Boccaccio e Rocca per decidere quali forze politiche siano degne di partecipare al  dibattito politico in città. Credo si sia scritta ieri , per l'ennesima volta , una brutta pagina di mancanza di democrazia da cui dovremo trarre le dovute conclusioni”.

21/07/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé