Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Elezioni: depositate anche le liste di Delucchi e Briata

Sono "Essere Ovada" e "AmOvada". Entrambi i soggetti puntano su nomi nuovi della politica, fuori dai partiti. Giochi definiti proprio alle battute conclusive
OVADA -  Anche le due ultime liste sono state depositate. “Essere Ovada” che come candidato sindaco propone Emilio Delucchi e “AmOvada” creata dal consigliere di Minoranza uscente Fulvio Briata. Lavoro e tutela dei servizi sanitari sono la priorità di “Essere Ovada”. “E’ nata – spiega la portavoce, e candidata, Michela Sericano - un gruppo di persone comuni, che sente la responsabilità di occuparsi del territorio in cui vive e lavora. Personalmente ho scelto di partecipare con entusiasmo perchè trovo nel gruppo un idealismo responsabile che sceglie le cose giuste anche se significa percorrere la strada più difficile e tanto senso pratico che porta a non voler criticare la situazione esistente, ma piuttosto a proporre ciò che in concreto si può e si deve fare per migliorare”.

 

Tra i candidati il Maresciallo dei Carabinieri in congedo Salvatore Tropella, il dirigente della Uil Edoardo Rolla, il medico di base Mauro Rasore, il Caposala di Medicina Oncologia, Paolo Moscatiello, il Medico Psichiatra Gian Franco Lucci, l’imprenditore Pietro Poggi, il dirigente aziendale Maurizio Alverino, la presidente della Scuola Materna Ferrando Annamaria Gaggero, l’insegnante Giovanna Perfumo, l’educatrice Carolina Ferrando, il medico veterinario, Alessandra Contini, la psicologa Serena Benzi, l’infermiera Domenica Fraone, l’impiegata Maria Teresa Carosio.  

“AmOvada”. “La condizione che abbiamo posto è quella di non avere in tasca tessere di partito”. Con questo presupposto Fulvio Briata (nella foto), attuale consigliere del Gruppo Misto ha presentato la sua lista “AmOvada”. Sul simbolo campeggia la scritta “Meno tasse sulla casa” a dar seguito a una battaglia già portata avanti negli ultimi anni. “Siamo la lista con l’età media più bassa”. Con lui 15 candidati, la sedicesima si è tirata indietro solo all’ultimo per ragioni personali. Il più giovane è Alessandro Pestarino, ventenne. Sei le donne. Questi i nomi: , Emilia Briata, 80, LucaCasazza, 25, Paolo Crocco, 64,

Marco Firenze, 60, Denise Grassotto, 26, Franca Marenco, 70, Massimo Pergola, 40, Alessandro Pestarino, 20, Eugenio Sabetta, 47,Monica Sangiorgio, 38, Vincenzo Santoro, 47, Rosa Sifarelli, 56, Maria Rosa Spotorno, 70, Laura Tomati, 37.

C’è anche Gianluca Valpondi, 35, già candidato all’Udc in una precedente consultazione e più di recente vicino a Ioamol’Italia di Magdi Cristiano Allam. “La nostra sarà una campagna a costo zero, o quasi: giusto lo spazio per qualche manifesto. Più attenzione al bene della città, meno alle logiche di partito è il punto sul quale ci sentiamo tutti d’accordo. Il nostro obiettivo è quello di conquistare due posti in consiglio”.  

27/04/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018