Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Via Novi: dalla conferenza dei servizi il futuro della provinciale

E' da bonificare l'area teatro la scorsa primavera dello sversamento di 10 mila litri di gasolio. La necessità di asportare il terreno potrebbe avere ripercussioni sulla stabilità della sede stradale
OVADA - Com’era facile prevedere, l’iniziale disagio alla viabilità dovuto alla chiusura del tratto stradale interessato ritenuto troppo scivoloso, era l’aspetto tutto sommato marginale del rovesciamento dello scorso marzo di un auto cisterna in via Novi e della conseguente perdita di 10 mila litri di gasolio nei terreni circostanti. A chiarirne gli aspetti, ed in particolare individuare un piano di bonifica dell’intera area, dovranno contribuire gli esiti dei controlli effettuati la settimana scorsa dalla Provincia di Alessandria. La prospettiva è quella di dover scavare in profondità per eliminare il terreno contaminato nell’area con la conseguenza di un rischio potenziale per la stabilità della strada 155, nodo di congiunzione molto utilizzato per raggiungere l’area industriale della Caraffa. I dettagli delle operazioni portate avanti nella prima parte della scorsa settimana sono stati messi nero su bianco dal piano di caratterizzazione presentato lo scorso luglio dalle società Massobrio Company e Billy Trasporti. Il mezzo uscì di strada nel tratto non lontano dal sovrappasso dell’A26 mentre procedeva in direzione di Silvano d’Orba. I tempi si sono allungati perché nel frattempo è emerso che parte dei terreni contaminati ricade anche nel Comune di Ovada e non solo su Silvano d’Orba. “Con l’ok al piano di caratterizzazione - spiega l’ingegner Carla Marenzana, responsabile del comparto stradale dell’Ovadese per la Provincia- in questi giorni si sono svolti ulteriori sondaggi sul terreno che hanno reso necessario istituire un senso unico alternato, rimosso in tempi tutto sommato brevi. Ora si attende l’esito di queste analisi e dovrà quindi essere convocata la Conferenza dei servizi per decidere come muoversi per l’esecuzione della bonifica. Esistono infatti vari metodi di intervento e, in base a quanto sarà deciso, potrebbe anche essere necessario rifare un pezzo della strada provinciale per eliminare il terreno contaminato dal gasolio. La viabilità potrebbe essere così condizionata dalla bonifica, visto che l’inquinamento è probabilmente esteso anche ai terreni agricoli limitrofi alla strada 155”. Il responso dovrebbe arrivare in questi giorni.

 

13/10/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film