Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Via Molare: confermata la linea dura

Confermati i controlli con i Velo Ok dopo che le prime sessioni hanno confermato una diffusa elusione del limite di velocità. "E' ai 50 chilometri all'ora - precisa l'assessore Sergio Capello - E siamo decisi a farlo rispettare"
 OVADA - “Sappiamo che la decisione è impopolare. Ma noi andremo avanti”. L’ha commentato così l’assessore alla Viabilità Sergio Capello, l’ennesimo raid “anti Velo Ok”, in scena la settimana scorsa in via Molare. I bidoni arancioni sono stati rovesciati per tutto il fine settimana. Il sistema adottato dal Comune di Ovada come rimedio per l’emergenza continua su una delle provinciali più trafficate della zona continua a scontentare molti automobilisti in transito sui tre chilometri tristemente noti per tanti incidenti con tragiche conseguenze. “Il primo periodo di prova effettuato con la ditta bresciana “Noisicuri” (che fornisce l’apparecchiatura ndr) sta quasi per scadere – spiegava qualche giorno fa lo stesso Capello – ma noi confermeremo il provvedimento. Il codice della strada impone i 50 chilometri all’ora per quel tratto. E noi siamo decisi a far rispettare quel limite”. I primi mesi confermano quel che già era emerso nel monitoraggio preliminare: una diffusa tendenza a ignorare i limiti, in molti casi di pochi chilometri in altri con violazioni di proporzioni eclatanti. Passaggio più delicato quello tra l’innesto di strada Rebba e l’arrivo nell’area artigianale della Coinova. L’ultima sessione di controllo è andata in scena la settimana scorsa. Secondo informazioni filtrate da Palazzo Delfino, la Polizia Municipale in due o tre ore ha rilevato una trentina di infrazioni, qualcuna di queste anche grave. “Lo ripeto – conclude Capello – non si tratta di far cassa. Ma questo sistema deve scoraggiare chi va troppo veloce. Abbiamo dato disposizione, potremo utilizzare l’apparecchiatura anche in altri punti (via Rocca soprattuttondr). Nelle ore notturne la luce intermittente porta molto automobilista a rallentare, almeno in parte”. La velocità eccessiva è da anni l’incubo dei residenti e degli esercenti di quell’area. 
6/06/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018