Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tagliolo Monferrato

Tagliolo: lampade a led per i 300 punti luce

Il Comune di Tagliolo Monferrato ha deciso di rinnovare completamente l'impianto di illuminazione pubblica della città con le moderne lampade a led. La ditta Collino& C. di Acqui Terme si occuperà del servizio per i prossimi quindici anni.

TAGLIOLO MONFERRATO - Il primo passo era stato compiuto qualche mese fa, con il riscatto degli ultimi punti luce di proprietà di Enel Sole. Ora il Comune di Tagliolo Monferrato ha deciso di rinnovare – attraverso un ammodernamento mirato (anche) al risparmio economico –, il circuito attuale. Nelle prossime settimane saranno sostituite le lampade attualmente in uso con quelle a led, che potranno garantire un immediato miglioramento sia per i cittadini del borgo sia per le casse comunali. Sarà la ditta Collino& C. spa di Acqui Terme – unica partecipante al bando comunale – ad occuparsi della gestione del servizio e di tutte le attività connesse per i prossimi quindici anni. «Alla scadenza – spiega il sindaco di Tagliolo, Giorgio Marengo – il Comune tornerà proprietario di tutti gli impianti. Sono circa 300, di cui 118 riscattati poco tempo fa da Enel Sole. Si tratta di un intervento finalizzato ad un miglior efficientamento energetico, realizzato nel rispetto dei luoghi più artistici del paese».

Le lanterne nella parte storica del paese, ma anche le lampade più potenti nel perimetro urbano e lungo la strada che attraversa il centro storico (passando dalla provinciale che conduce a Ovada e Novi Ligure fino al collegamento con Belforte Monferrato, oltre alle arterie periferiche) e quelle scenografiche poste a ridosso del Castello. Non ci sarà nessuna modifica radicale in tal senso: pur passando ai led, l’amministrazione locale ha deciso di mantenere immutato il quadro attuale, basato su intensità differenti in base alla locazione dei punti luce. L’investimento del Comune prevede un canone annuo di 23.500 euro, a cui si aggiunge quello per la manutenzione ordinaria (5.400 euro) e le percentuali di ribasso (2% in meno rispetto all’elenco dei prezzi disposto dalla Regione Piemonte e canone di 1.658 euro per l’installazione di ulteriori punti luce) previste dal contratto. Il tutto con la speranza di ottenere un miglioramento della qualità dell’illuminazione stessa, oltre ad un risparmio energetico ed economico. «La spesa del Comune per i prossimi quindici anni è data dalla somma di queste singole voci – precisa il primo cittadino di Tagliolo –. Questo intervento serve per la messa a norma degli impianti e prevede un immediato risparmio sulla quota annuale rispetto al passato».

7/10/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello