Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

Smartphone e Internet: adulti sempre più connessi come i ragazzi

I vostri genitori usano lo smartphone più di voi? La vostra home di Facebook è inondata da post di cinquantenni che condividono ogni momento della giornata? Questo dipende dal fatte che sempre più adulti usano lo smartphone e Internet
SPAZIO A CURA DEL COMMITTENTE - I vostri genitori usano lo smartphone più di voi? La vostra home di Facebook è inondata da post di cinquantenni che condividono ogni momento della giornata? Questo dipende dal fatte che sempre più adulti usano lo smartphone e Internet: rispetto a qualche anno fa infatti l’età media degli utenti mobile si è drasticamente alzata. E questo non solo per merito degli adolescenti, che pure continuano a fare la loro parte.

Oggi le tecnologie sono talmente radicate e forti, che spesso è impossibile farne a meno. Questo spiega solo in parte perché gli adulti “mobili” sono in aumento: è un fenomeno di massa che è molto difficile da inquadrare. Ciò che conta, però, è che questa “intrusione” ha nettamente aumentato negli ultimi anni il numero di connessioni uniche in Italia: un dato che va a braccetto con il superamento del divario digitale.


Adulti e ragazzi: entrambi usano lo smartphone
La quasi totalità della popolazione italiana possiede uno smartphone: e dopo anni di predominio, la fascia dei ragazzi è stata quasi raggiunta dagli adulti. Al punto che oggi il 95% di loro usa lo smartphone, mentre la percentuale relativa ai ragazzi è stabile al 97%. Questo significa che il cellulare è oramai diventato una presenza fissa nelle vite di tutti noi.

Anche se chiamarlo “cellulare” è ingiusto, visto che ci troviamo di fronte ad un vero e proprio computer tascabile: in caso contrario, molte operazioni legate al web e all’utilizzo di Internet non sarebbero altrimenti possibili. Non sorprende dunque che compagnie telefoniche come Kena Mobile abbiano deciso di lanciare delle offerte per telefono mobile che consentono di avere molta connessione dati, così da navigare in tranquillità. Infatti per molte persone oramai lo smartphone ha praticamente sostituito il computer e per questo è necessario che abbia una connessione potente e funzionante per poter usare tutte le funzionalità al massimo.


Adulti e smartphone: il rischio è l’assuefazione

Lo smartphone non è una malattia, questo è da specificare. Ma va anche detto che, come ogni cosa bella, il troppo potrebbe stroppiare. Lo sostiene il professore Paolo Ferri (Bicocca di Milano), secondo il quale gli adulti non avrebbero ancora le difese immunitarie per comprendere quando è il caso di staccare la spina. Al contrario dei ragazzi, che invece sono molto più “scafati”. Questa conclusione è stata tratta in base ai dati Audiweb: gli adulti utilizzano lo smartphone con una media di 120 minuti al giorno, ovvero 46 ore al mese. E le percentuali, pur abbassandosi, si assottigliano in quanto a differenze: gli over 55, ad esempio, usano i cellulari per 90 minuti al giorno. Alcuni anni fa, questo dato sarebbe apparso clamoroso: oggi, invece, passa quasi inosservato.

I Millennials vivono per lo smartphone?

Quando si sente parlare di Millennials, si pensa immediatamente ad una generazione iper-connessa, in simbiosi con il proprio smartphone. In realtà – e anche sorprendentemente – non è così: o almeno non in Italia, considerando che i Millennials di casa nostra usano meno il cellulare rispetto ai corrispettivi europei.

Questo è quanto emerso da una ricerca condotta da Uniplace: i risultati, a livello europeo, ci piazzano in basso nella classifica degli “smartphone addicted”. I motivi? Questa generazione usa lo smartphone per comunicare e per lavoro, ma non ama utilizzarlo per fare shopping online o per giocare alle app. L’unico dato che li allinea ai più giovani e agli adulti, è l’uso dei social network: Il 65% dei Millennials, infatti, utilizza i social sul cellulare.
8/10/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
DAI NOSTRI PARTNERS


 
blog comments powered by Disqus



Arti tra le mani
Arti tra le mani
Arti tra le mani
Arti tra le mani
Chaves legge Dante
Chaves legge Dante
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano