Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Scuola di via Dania: un caso di tubercolosi

Colpita una bambina che frequentava la scuola. L'Asl: "Malattia infettiva non diffusiva. Ma per evitare ogni minimo rischio già avviato il protocollo per questi casi"
OVADA - Un caso di tubercolosi è stato accertato in questi giorni presso la scuola “Giovanni Paolo II”. Coinvolta, secondo fonti vicine alla direzione, una bambina inserita in una classe dell’Istituto che fa capo al Comprensivo Pertini. Oggi alle 17.00 è stato convocato un incontro alla presenza dei genitori bambini della classe frequentata dalla bambina e di un’altra ventina i cui figli frequentavano un gruppo pomeridiano. Saranno le dottoresse Stefania Marchiò e Enrica Simonelli, responsabili per l’igiene pubblica dell’Asl nei distretti di Alessandria e Ovada a fornire le indicazioni necessarie ai genitori stessi. “Si tratta – fa sapere l’Asl – di una situazione in alcun modo allarmante e senza carattere di urgenza. La malattia riscontrata è una patologia infettiva non diffusiva. Nei prossimi giorni sarà applicato il protocollo previsto dal Ministero della Salute per casi di questo tipo. I genitori potranno effettuare controlli le cui date sono già state fissate presso l’ambulatorio pediatrico di Novi Ligure in modo da poter escludere ogni possibilità di contagio peraltro alquanto remota”.

 

19/05/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
 Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Gig Economy: in Provincia 1000 profili attivi. Per lo più donne
Gig Economy: in Provincia 1000 profili attivi. Per lo più donne
Mondo Convenienza, nuovo store
Mondo Convenienza, nuovo store
Aliante precipitato, le immagini
Aliante precipitato, le immagini
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri