Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Molare

Pro Molare: sconfitta e campanello d'allarme

Finisce 2-0 a Casalnoceto, settimo stop per una squadra che denuncia tutta la sua attuale fragilità. "Meritiamo la classifica che abbiamo", l'analisi schietta di mister Emiliano Repetto. Le Ovadesi guardano al mercato
 MOLARE - Qualche polemica per il rinvio di Ovada – Capriatese con il Geirino in condizioni che avrebbero permesso il regolare svolgimento della partita già nella mattinata di domenica. In campo solo la Pro Molare sconfitta 2-0 nella delicata trasferta sul campo del Casalnoceto. Poca gloria davvero per i giallorossi che hanno incassato la rete dello svantaggio dal 10’ del primo tempo con il colpo di testa di Milano bravo a raccogliere un crosso che attraversa tutta l’area. La squadra di Repetto prova a recuperare ma la predominanza nel gioco non produce azioni particolarmente pericolose. Anche la ripresa è una riproposizione di tutti gli attuali limiti di una squadra che deve fare anche i conti con le precarie condizioni fisiche di uomini importanti come Guineri e Marek. La rete della sicurezza per i padroni di casa a 10’ dalla fine con una gran botta da lontano di Filograno. “Siamo questi – la schietta analisi a fine gara di mister Emiliano Repetto – Se otto giorni fa con la Serravallese non avevamo meritato la sconfitta, oggi non ci è riuscito niente. Teniamo il pallone ma non produciamo molto e siamo fragili”. Per ora dal mercato non arriverà nulla. “La priorità – prosegue Repetto – è il portiere perché in settimana se n’è andato Tobia. Poi vedremo, ci serve qualcuno per completare la rosa dal punto di vista numerico”.

Non hanno giocato Capriatese, Mornese e Ovada ma guardano al mercato alla ricerca dell’innesto che può completare gli organici. Non hanno gran necessità i gialloverdi di Ajjor che sono a ridosso del vertice della classifica. “Se ci sarà l’occasione giusta – spiega proprio il mister – non ci tireremo indietro”. Un difensore, per completare il reparto, è il ruolo al quale si guarda con maggiore insistenza. Dipenderà molto anche dalle decisioni dell’OvadeseSilvanese che potrebbe rinunciare a profili potenzialmente interessanti. La difesa è il problema del Mornese che ha finora dovuto rinunciare ai centrali Cassano e Malvasi, infortunatisi durante il campionato. L’asse tradizionale con la Gaviese ha portato in maglia viola i due classe 1996 Carrea e Pozzi. Ha maggiori necessità l’Ovada di Fiori pesantemente coinvolta nella lotta per non retrocedere. 

4/12/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria