Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Piazza XX Settembre: il restyling rientra nel piano triennale

Nel 2018 è previsto l'intervento nell'area della rotonda. Ma per l'anno successivo è in previsione la spesa di 300 mila euro per rivedere completamente gli spazi
 OVADA - Dovrebbe essere uno dei biglietti da visita della città. Ed invece da anni in piazza XX Settembre c’è poco da scherzare tra marciapiedi malconci, aiuole senza bordi e protezioni, bidoni dei rifiuti e cartelli seminati alla rinfusa. Una sorta di bignami accelerato di cosa non  è stato fatto negli ultimi anni. Con l’aggiudicazione di lavori per la rotonda alla ditta ad inizio 2018 dovrebbe partire la riqualificazione dell’area della rotonda. Ma è a un intervento più complessivo che punta l’amministrazione. Tanto da inserirlo a sorpresa nel piano triennale dei lavori pubblici tra il 2018 e il 2020. A sorpresa perché proprio durante la presentazione del “progetto rotonda” capo dell’Ufficio Tecnico, Guido Chiappone e assessore ai Lavori Pubblici, Sergio Capello s’erano detti scettici sulla possibilità di reperire le risorse necessarie. In passato il piano è spesso rimasto esercizio di stile rimasto lettera morta in tanti casi recenti. Ma pur sempre anche un’indicazione delle priorità. La spesa complessiva dei tre anni di lavori è stimata in 2,9 milioni di euro. Per il solo 2018 si prevede di investirne 998 mila con la ristrutturazione del Teatro Comunale a prendersi la fetta più grande. Poi 150 mila euro per il completamento del parcheggio sotto il quartiere Aie, e 146 mila agli interventi di drenaggio del terreno del centro polisportivo del Geirino.

A chiudere 130 mila per il completamento del rifacimento di via Torino, con nuovi marciapiedi e lampioni del tratto verso il cimitero. La voce piazza XX Settembre compare il 2019: serviranno, o meglio sono stati previsti, 300 mila euro. “Il rifacimento della rotonda – ci aveva spiegato il consigliere Giorgio Bricola, Patto per Ovada – poteva essere l’occasione per ripensare l’intera area su cui insisto da 20 anni, da quando ero assessore. Così com’è la piazza è buia e in condizioni pietose”. “In ogni caso – la replica dello stesso Sergio Capello - la nuova rotatoria aiuterà a migliorare le cose. Per un intervento complessivo servono almeno 500 mila euro che non abbiamo. Ma con la cifra messa nero su bianco è possibile dare una sistemata in diversi punti”. La restante parte di quanto è stato messo in preventivo andrà nella manutenzione di strade e nell’efficientamento energetico degli edifici comunali. C’è poi il 2020, una data ancora molto lontana se si pensa che la scadenza della legislatura è fissata un anno prima. Ad ogni modo l’indicazione parla di 750 mila euro: 400 mila di nuovo in manutenzioni e 350 mila per piazza Garibaldi, nel centro storico, altra spina nel fianco dell’amministrazione da diversi anni, voce più volte comparsa e poi sparita dal piano triennale.
5/12/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria