Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Lantero apre a l'Ovada che vorrei: ''Ma alcuni temi sono già all'ordine del giorno''

Precisazione del primo cittadino dopo il pezzo pubblicato dalla nostra testata nella giornata di ieri. "La partecipazione è il sale della democrazia, il mugugno è pratica sterile"
OVADA - L'incontro ci sarà, anche se le tempistiche sono ancora tutte da definire. Ad ogni modo, nelle prossime settimane, il sindaco Paolo Lantero - probabilmente insieme ad alcuni membri della Giunta comunale - si siederà al tavolo con i rappresentanti del comitato cittadino "L'Ovada che vorrei", come auspicato dall'associazione nei giorni scorsi. Il confronto era stato chiesto da Angelo Priolo, fondatore dell'omonimo gruppo di Facebook (creato tra il 2013 e il 2014) e referente locale per Fratelli d'Italia, attraverso un articolo pubblicato ieri su Ovada On Line (http://ovadaonline.alessandrianews.it/ovada/l-ovada-che-vorrei-prime-proposte-giunta-157481.html). Da Palazzo Delfino è arrivata un'apertura convinta nei confronti di questa proposta, seppur con qualche piccola precisazione preventiva.

"Ieri ci siamo sentiti telefonicamente con Priolo - dice Lantero - e ho naturalmente, poiché lo faccio abitualmente con tutti i cittadini, da subito dato la mia disponibilità. Sulle date però ho chiesto di poter confrontarmi con il mio gruppo per poter accogliere in modo più collegiale la rappresentanza dell’Associazione". Sui temi, secondo quanto anticipa il primo cittadino, c'è una visione comune su alcuni problemi rilevati dal comitato che, come si legge nella seguente dichiarazione, sono già all'ordine del giorno. "Siccome l'Associazione ha avuto la bontà di anticiparne alcune a mezzo stampa - prosegue il sindaco -, anticipo che per quanto riguarda i portacenere da aggiungere all'arredo urbano gli uffici sono già al lavoro per individuare le tipologie più adatte e procedere all'acquisto; per gli incontri con la cittadinanza sul nuovo sistema di raccolta dei rifiuti (che faranno seguito a quelli specifici con gli amministratori di condominio, già avvenuti) erano già oggetto del piano operativo e ne stiamo concordando i tempi e i modi con la società Econet. Prima di chiudere voglio ringraziare tutti i cittadini che spontaneamente ci aiutano con proposte consigli e anche critiche. Lo ripeto: la partecipazione è il sale della democrazia. A differenza del mugugno sterile di cui talvolta è ricca anche la nostra cittadina".
11/04/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film