Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

L'Ovadese Silvanese si coccola la qualità del centrocampo

Mezzanotte, Mossetti e Dentici (nel ruolo di mezza punta) tra i più positivi nella vittoria contro la Castelnovese. Vennarucci: "Non deve mai venire meno la cattiveria agonistica". Rischia di essere grave l'infortunio di Briata
 OVADA - C’è una sola nota negativa nella bella vittoria di ieri per il battesimo dell’Ovadese Silvanese in Prima Categoria. L’infortunio al centrale difensivo Luca Briata, uno dei tanti innesti perfezionati nella campagna di rafforzamento estiva, rischia di non essere roba di poco conto. Gli accertamenti saranno fatti in questi giorni, la sensazione è che si tratti di un problema al legamento collaterale del ginocchio. Il giocatore è caduto male dopo un contrasto con Neve, il dolore è stato subito molto forte. Per il resto il 3-0 di ieri al Geirino ha confermato le notevoli potenzialità del gruppo allenato da Maurizio Vennarucci. “I ragazzi sono stati bravi – il commento a fine gara dell’allenatore – Soprattutto non si sono fatti prendere dalla frenesia dopo le buone occasioni non concretizzate nella prima parte. La prima gara è sempre un’incognita, siamo in rodaggio sia come condizione che come ricerca dell’identità. Ma le indicazioni sono state positive”. La difesa, più volte riveduta per l’assenza di Oddone e l’infortunio di Briata non ha mai concesso opportunità, se non a risultato ampiamente acquisito. A colpire è la qualità del centrocampo dove Mezzanotte ha confermato il suo adattamento davanti alla difesa e Mossetti ha da subito lasciato il segno nella gara con il suo ritmo e le sue intuizioni. Davanti c’è ancora da vedere l’ariete, quel Di Pietro arrivato in estate e con ogni probabilità in campo domenica prossima contro il San Damiano che ieri ha preso quattro reti (a una) sul campo del Calliano. L’ingresso di Dentici è stato decisivo. “Sicuramente abbiamo tanta qualità – ha analizzato ancora Vennarucci – ma non deve mai venire meno la cattiveria agonistica nella fase di riconquista del pallone. Abbinando le due cose possiamo fare molta strada”.

 

10/09/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé