Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

L'Ovadese si mobilita contro i tagli al Pronto Soccorso

Summit ieri in Comune tra i sindaci, le associazioni di categoria, i sindacati, il volontariato. Manifestazione in programma il 6 aprile
OVADA - O la sospensione dei provvedimenti annunciati dall’Asl, o una grande manifestazione di protesta. C’è già una data ipotetica, sabato 6 aprile. E’ quanto è uscito ieri pomeriggio dall’incontro che si è tenuto a Palazzo Delfino tra i sedici sindaci dell’Ovadese, i sindacati, i vertici del Consorzio Servizi Sociali, una trentina  associazioni di volontariato della città. Nel frattempo è già partita la lettera indirizzata al neo assessore regionale alla Sanità, Ugo Cavallera, e al direttore generale dell’Asl, Paolo Marforio, con la richiesta di un incontro urgente. Un nuovo summit tra sindaci, più prudenti,  e associazioni, che hanno spinto molto per la discesa in piazza,è già stato fissato per il 3 aprile. In quell’occasione sarà presa una decisione definitiva.
 
“Il provvedimento approvato lo scorso 14 marzo – ha affermato il sindaco Andrea Oddone – è stata una sgradita sorpresa. Non sono stati rispettati gli accordi presi in più incontri ufficiali. Il rischio è che i 9.000 passaggi dal nostro Pronto Soccorso scendano sensibilmente, preludio a un ulteriore declassamento. La presenza degli anestesisti era uno dei requisiti minimi richiesti”. “In un anno – ha spiegato Raffaella Ribatto, delegato sindacale Cisl medici – i passaggi potrebbero anche dimezzarsi. Le lettere di trasferimento agli anestesisti sono già giunte a destinazione. La loro assenza non dev’essere vista solo dal punto di vista dell’emergenza. Senza di loro non sarà più possibile effettuare Tac con liquido di contrasto e anche la chemioterapia può subire conseguenze”. “Il rischio più concreto – ha spiegato Antonio Barbieri, vice presidente della Croce Verde Ovadese – è quello che i tempi di effettuazione dei servizi per i casi meno gravi si allunghino sensibilmente, dagli attuali 20 fino a 75 minuti, con la prima conseguenza di una minore copertura del territorio. Dalle informazioni in nostro possesso l’ambulanza medicalizzata, di norma utilizzata per i codici più gravi sarà invece impiegata anche sui verdi. Il territorio da coprire è molto ampio, non di rado riceviamo richieste di intervento anche dell’acquese”.
 
La Cgil ha avanzato invito ufficiale per la manifestazione organizzata a livello regionale e che si terrà a Torino il prossimo 18 aprile. “C’è un problema di qui e ora – ha affermato il direttore del Consorzio Servizi Sociali, Emilio Delucchi – La vicenda dev’essere definita energicamente entro il 10, perché dal 15 partirà la chiusura dell’ospedale. E da qui può innescarsi un meccanismo che può mettere in discussione tutto il sistema del territorio basato sulle deroghe”.
 
Nella mattinata di ieri i sindaci hanno incassato anche il sostegno di tutti i rappresentanti della politica locale, compreso il neonato Meet up dei grillini, unico assente il Popolo della Libertà. “I sottoscritti soggetti politici – recita il documento comune - si aspettano che le rassicurazioni politiche ottenute già nell’estate 2011, nell’ambito di un Consiglio comunale aperto, dagli attuali assessori Ugo Cavallera e Riccardo Molinari possano tradursi oggi, alla luce della recente nomina ad Assessore alla Sanità del Consigliere Ugo Cavallera, in atti amministrativi”.
28/03/2013
Edoardo Schettino - redazione@ovadaonline.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé