Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e Lavoro

Ilva: slitta il decreto. Situazione ancora incerta

Si complica la vicenda legata all'Ilva di Taranto e si allungano ancora i tempi. Il decreto per risolvere la questione non sarà infatti sul tavolo del Consiglio dei ministri di oggi, venerdì. Ad annunciarlo è stato il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, nella serata di ieri, lasciando Palazzo Chigi dopo l’incontro con le parti sociali.
ROMA - Si complica la vicenda legata all'Ilva di Taranto e si allungano ancora i tempi. Il decreto per risolvere la questione non sarà infatti sul tavolo del Consiglio dei ministri di oggi, venerdì. Ad annunciarlo è stato il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, nella serata di ieri, lasciando  Palazzo Chigi dopo l’incontro con le parti sociali

Intanto Vitaliano Esposito, garante esecuzione dell'Aia, ha chiesto al premier Letta di commissarriare l’Ilve e ha dichiarato che di fronte a questa situazione, l'unica soluzione da parte della Presidenza del Consiglio resta quella di procedere al commissariamento dell’Ilva.

Sempre ieri, si è svolto il vertice con le parti sociali. Per il governo erano presenti il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Filippo Patroni Griffi, i ministri dello Sviluppo economico e del Lavoro Flavio Zanonato ed Enrico Giovannini. Per i sindacati, invece, hanno preso parte all'incontro i segretari generali della Cgil Susanna Camusso e dell’Ugl Giovanni Centrella ed i segretari confederali della Cisl Luigi Sbarra e della Uil Paolo Carcassi, insieme ai leader dei metalmeccanici. Per Confindustria il dg Marcella Panucci. Alla riunione sull’Ilva sono arrivati inoltre il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando ed il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola

Ma sull'ipotesi del commissariamento le forze politiche che compongono il Governo sono però tutt’altro che concordi sul da farsi e quindi la situazione resta ancora sospesa. Intanto Fim, Fiom e Uilm di Taranto hanno deciso di rinviare le elezioni per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu), previsto per il mese di giugno, in attesa che si definisca il quadro di riferimento per capire se l’Ilva manterrà gli attuali assetti di proprietà, chi sarà la controparte contrattuale, chi gestirà lo stabilimento, chi pagherà gli stipendi, chi sarà a mettere i soldi per realizzare il risanamento ambientale e chi tutelerà tutti i posti di lavoro.




 

31/05/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018