Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Servizi Sportivi: la prossima sfida sar la manutenzione

Incontro tra la cittadinanza (una trentina i presenti) e i vertici della cooperativa che gestisce gli impianti. "Il polisportivo costa 650 mila euro ogni anno. Con l'ostello chiuso difficile programmare"
 OVADA - Gli ultimi tre bilanci di poco in attivo, un’esigenza di manutenzione straordinaria degli impianti non più differibile. Sono i confini del contesto in cui oggi vive il Polisportivo Geirino. A fare il punto, l’altra sera, i membri del cda di Servizi Sportivi che hanno fatto il punto di tre anni di attività principalmente indirizzati al risanamento economico e finanziario della cooperativa. “Ogni anno – ha precisato Maurizio Alverino – la struttura costa 650 mila euro. Le voci più significative sono riscaldamento, energia elettrica, manutenzione ordinaria (75 mila euro), campo da calcio (57 mila). Dalle società sportive incassiamo 30 mila euro, dal Comune di Ovada 190 mila che di fatto rendono gratuita la pratica dello sport per tutti i ragazzi fino a 18 anni. La restante parte dei costi dev’essere coperta con iniziative e la gestione dei campi”. “Ad oggi – ha proseguito il presidente di Servizi Sportivi, Mirco Bottero – la piscina è l’unico impianto con una voce in attivo. Sul bilancio 2018 inciderà molto il guasto agli impianti di riscaldamento dello scorso marzo che ha prodotto maggiori costi imprevisti per 90 mila euro”. Nell’immediato si guarda alla gara per l’affidamento dell’ostello come a una possibile soluzione di rilancio. “Siamo interessati – precisa Bottero – Lo eravamo anche in occasione del primo bando ma i rigori del risanamento nel quale eravamo impegnati ci ha impedito di partecipare. La situazione attuale non ci permette di programmare come sarebbe utile”. Nel frattempo è caccia a nuove risorse per interventi sugli impianti. Di recente la polemica nata sui social aveva coinvolto le condizioni della pista d’atletica. “Sappiamo che si dovrebbe intervenire – ha spiegato Alverino – Ma servirebbe 300 mila euro. Dalla pista ogni anno incassiamo pochi migliaia di euro. Al momento non è quindi possibile”. Qualche spiraglio per il palazzetto dello sport per il quale nei giorni scorsi si è riproposto il tema dell’inadeguatezza della copertura con perdite d’acqua significative. “Abbiamo presentato un progetto per un bando regionale che ci permetterebbe di intervenire e rifare anche il fondo del campo di gioco”. In ballo c’è un contributo da 200 mila euro. In caso di esito positivo il comune potrebbe contribuire con altri 50 mila. Nel frattempo si cercherà di ovviare con un intervento tampone.
11/11/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film