Ovada

Casello dell'A26 interdetto ai trasporti eccezionali

Non potranno pił uscire, e quindi transitare da via Gramsci per attraversare la cittą, i mezzi oltre i 440 quintali. "Troppi problemi alle infrastrutture cittadine"
OVADA -  La notizia era nell’aria almeno da qualche settimana. Passaggio proibito ai trasporti eccezionali, mezzi il cui peso supera i 440 quintali. Il provvedimento appena entrato in vigore rappresenta la riposta del Comune di Ovada ai problemi nati con il cedimento verificatosi nel mese di gennaio in via Gramsci, la “mini voragine” che ancora strozza la circolazione sulla sommità della circonvallazione verso via Voltri. La comunicazione necessaria a vietare l’uscita dal casello dell’A26 è stata inviata tra la fine della scorsa settimana.  “Seppur con una rilevazione sommaria – ha spiegato il sindaco, Paolo Lantero – è facile capire come il peso della viabilità in transito dalla città sia nettamente sbilanciato verso Novi Ligure. E’ un carico eccessivo che attualmente non ci possiamo permettere. Per questo abbiamo deciso di intervenire sui trasporti eccezionali”. 
7/02/2018
Redazione - redazione@ovadaonline.net