Ovada

Cantine Rasore: sconfitta che non muta la classifica

Ovadesi che pagano dazio alla capolista San Paolo. Rimangono intatte le possibilitÓ di salvezza ma sarÓ cruciale la sfida di sabato contro Novara. Plastipol sconfitta dal Pavic che Ŕ matematicamente primo
 OVADA - Sconfitta prevedibile per la Cantine Rasore che sul campo del San Paolo rimedia un netto 3-0 contro la capolista del girone. Parziali: 25-13, 25-18, 25-18. E’ andata in maniera simile a una Plastipol rivoluzionata per l’infortunio al ginocchio di Romeo: sconfitta 3-0 (25-20, 25-20, 25-12) contro un Pavic Romagnano che ha festeggiato il primo posto matematico nel girone

Le ragazze Davvero decisa la formazione torinese a far valere la sua supremazia a sette giorni dalla sfida sul campo del Lessona secondo in classifica che varrà una stagione. Ovada subisce l’aggressività delle rivali e va sotto nel primo parziale anche 10-2 con la sola Fossati in grado di costituire una minaccia offensiva. Va meglio nella seconda frazione perché l’attacco ovadese si fa più corale con la formazione di Ceriotti che sale fino al 18-17. L’accelerata delle padrone di casa propizia un 8-0, con tre ace, che non ammette repliche. Il terzo set vede ancora Ovada alla rincorsa disperata sul 10-5 senza peraltro dare mai la sensazione di poter rientrare compiutamente. “Era difficile – ha commentato al termine il direttore sportivo Alberto Pastorino – pensare di fare punti qui. Dobbiamo rimanere concentrati in vista della sfida con Novara che la prossima settimana dirà molto delle nostre possibilità di salvessa diretta”. Avversarie che arriveranno a tre lunghezze di distanza. Rimane un punto avanti Asti sconfitta 3-0 da Lessona.

Tabellino: Bastiera 2, Giacobbe 4, Fossati 15, Gaglione 4, Bonelli 5, Ravera 4. Libero: Lazzarini. Ut.: Gorrino. All.: Ceriotti.

I maschi Coach Ravera costretto a fare a meno dei due schiacciatori di banda titolari Mangini, out da tempo, e ora anche Romeo, infortunatosi nell’ultimo allenamento. Il sestetto è ridisegnato con lo spostamento di Castagna e l’ingresso di Stefano di Puorto. Nel ruolo di schiacciatore anche Ghiotto, di norma utilizzato come libero. Ovada è riuscita a giocare tutto sommato alla pari i primi due set, subendo puntualmente le accelerate della squadra di casa sul rush finale. “Finchè ha tenuto la ricezione – il commento al termine del direttore sportivo Alberto Pastorino – abbiamo disputato una prova più che dignitosa. Il terzo set è iniziato con un paio di ace a quel punto è stato difficile arginare i nostri avversari”.

Tabellino. Bonvini, Bobbio 5, Castagna 6, S. di Puorto 6, Morini 2, Baldo 7. Libero: Guazzotti. Ut.: Nistri 1, R. di Puorto, Ghiotto 2, Parodi (2° Libero). All.: Ravera. 

16/04/2018
Redazione - redazione@ovadaonline.net