Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Aido: in un convegno le ragioni per diventare donatori

Si terrà il 9 maggio e tratterà il tema della donazione di organi dal punto di vista etico e scientifico. Presente il vescovo di Acqui
OVADA -  Dopo il progetto “DonArte” proposto nel 2012, il Gruppo Intercomunale AIDO “Grazia Deprimi” di Ovada ritorna tra i banchi di scuola con una iniziativa, più ambiziosa rivolta agli studenti liceali dell’Istituto Santa Caterina Madri Pie di Ovada. Incontrare i giovani, confrontarsi sul tema della donazione e trasmettere loro il significato del “dono” inteso come partecipazione ad una necessità collettiva sono gli obbiettivi primari del progetto “Imparare a Donare” realizzato con la collaborazione della Sezione Provinciale AIDO e la partecipazione della delegazione di Alessandria dell’AITF (Associazione Italiana Trapiantati di Fegato). Il Convegno si svolgerà Giovedì 9 Maggio 2013 con inizio alle ore 10,00 presso la sala conferenze dell’Istituto Scolastico di Via Buffa e vedrà la partecipazione del Vescovo di Acqui Terme Monsignor Micchiardi.

“Come punto di partenza della nostra attività abbiamo voluto iniziare da una  scuola superiore di ispirazione cattolica - spiega la referente del progetto Maria Paola Giacchero -  cercando di coinvolgere  figure che potessero affrontare il tema donazione sotto l’aspetto etico-morale. La disponibilità di S.E. il Vescovo di Acqui Terme ha consentito al Gruppo di organizzare un incontro che affrontasse questi aspetti specifici.  Inoltre porteremo all’attenzione dei giovani la testimonianza diretta di un trapiantato, per fare capire loro il percorso di avvicinamento ad un evento che ti ridona la vita”.

Il nuovo progetto è stato varato in via definitiva Lunedì’ scorso nel corso dell’ultima riunione del Consiglio Direttivo e rappresenta la prima attività del 2013, anno in cui il Gruppo ovadese festeggia il trentennale di fondazione. Il Gruppo ovadese dell’AIDO - conclude la Presidente Ada Bovone -  pur ritenendo prioritario l’impegno verso i giovani, attuerà ogni forma di promozione degli scopi sociali a più livelli ed in concorso con istituzioni ed associazioni presenti sul territorio. Siamo infatti convinti che una maggiore informazione sul tema aiuterà a comprendere, e sostenere, le aspettative di tanti malati”.

30/03/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé