Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Acqui-Genova: al via il mese di servizio integrato con treni e bus

Per quest’anno l’accordo siglato dalla Regione Liguria – da cui dipende la linea – con Trenitalia prevede la “salvaguardia” di tre collegamenti lungo la linea ferrata, a completamento di un orario basato perlopiù sulla circolazione degli autobus

OVADA - La polemica delle ultime settimane sulla capienza dei treni “Jazz”, attivi da qualche settimana anche sulla linea Acqui-Genova – in orari strategici di scarsa affluenza, secondo i membri del Comitato Trasporti Valli Stura e Orba – hanno spostato l’attenzione dall’annunciata permanenza dei convogli “su rotaia” anche nel mese di agosto, dal 4 fino al 2 settembre. Una novità per la tratta di confine tra il Piemonte e la Liguria, utilizzata nell’estate del 2017 (per cinque settimane) esclusivamente per il traffico dei treni merci, soprattutto in orario notturno, con malumori e proteste avanzate per tutto il periodo sia dai pendolari sia dai residenti in corso Saracco e zone interessate dal passaggio della ferrovia.

Per quest’anno, invece, l’accordo siglato dalla Regione Liguria – da cui dipende la linea – con Trenitalia prevede la “salvaguardia” di tre collegamenti lungo la linea ferrata, a completamento di un orario basato perlopiù sulla circolazione degli autobus (identificabili attraverso le varie lettere, per distinguere tra quelli che fanno tutte le fermate ed il servizio diretto). In direzione Genova due sono nella fascia principale, quella più utilizzata da pendolari lavoratori: sono il Regionale 6103 con partenza da Ovada per le 6.32 e arrivo previsto a Brignole alle 7.40, il Regionale 6105 delle 8.01 (arrivo a destinazione alle 9.08) e il Regionale 6107 delle 16.45 con arrivo a Brinole alle 17.53. In direzione opposta, verso Acqui Terme, seguiranno il percorso abituale su rotaia il Regionale 6104 da Brignole delle 6.05, il Regionale 6106 in partenza alle 13.15, il Regionale 6108 con arrivo alle 18.13. L’intesa tra le parti è stata sancita a fine maggio, dopo le veementi proteste dei viaggiatori dello scorso anno culminate con la raccolta firme avviata proprio a Ovada, presso la Loggia di San Sebastiano al termine dell’annuale assemblea del Comitato. Da quel momento è stato completato anche il protocollo d’intesa con adesione e firma di tutti i comuni interessati alla tratta, un modo per rapportarsi agli enti superiori con un’unica voce e in modo più autorevole.

 

 

2/08/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film