Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cultura

Angelo Morbelli: una grande mostra a Milano a 100 anni dalla scomparsa

La Galleria d’Arte Moderna dedica al maestro alessandrino un’importante rassegna con prestiti da grandi musei italiani e stranieri
CULTURA - Pellizza, Morbelli, Bistolfi: i tre grandi maestri della pittura e della scultura legati ad Alessandria hanno un posto di primo piano nelle gallerie e nei musei di tutta Italia. E, a cento anni dalla morte, è proprio una delle più importanti sedi museali italiane, la Galleria d’Arte Moderna di Milano, a dedicare una bellissima mostra a uno dei fondatori del divisionismo: Angelo Morbelli, nato ad Alessandria nel 1853 e morto a Milano nel 1919. Curata da Paola Zatti con la collaborazione di Alessandro Oldani, Giovanna Ginex e Aurora Scotti, l’esposizione è promossa dal Comune di Milano, ideata e prodotta dalla Galleria d’Arte Moderna.

La mostra è allestita nelle sale del piano terra di Villa Reale, recentemente sottoposte a un intervento di restauro che valorizza le decorazioni e i pavimenti originali, anche grazie a un rinnovato impianto illuminotecnico. La rassegna vanta prestigiosi prestiti, nazionali e internazionali, provenienti dal Musée d’Orsay di Parigi, dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e dalla Galleria Internazionale d’Arte Moderna - Ca’ Pesaro di Venezia. Con l’intento di documentare alcuni degli aspetti salienti della produzione di Morbelli, quali la sperimentazione tecnica e l’elaborazione di alcune tematiche a cui sono dedicate le sei sezioni del percorso, propone nuovamente l’artista sulla scena milanese dopo moltissimi anni di assenza: l’ultima esposizione monografica a lui dedicata risale infatti al 1949.

Si tratta di un’occasione di approfondimento della conoscenza dell’artista, a partire da alcuni capolavori conservati nelle collezioni del museo. Il percorso è completato da alcune opere di confronto che documentano le affinità tematiche, tecniche e compositive tra l’artista e alcuni suoi contemporanei, come Ernesto Bazzaro, Giuseppe Pellizza da Volpedo (con cui condivise anni di amicizia e lunghi scambi epistolari), Medardo Rosso, Vittore Grubicy de Dragon.

La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Silvana Editoriale, con saggi di Paola Zatti, Giovanna Ginex, Aurora Scotti, Alessandro Oldani, Niccolò D’Agati, Gianluca Poldi e le schede delle opere a cura di Costanza Ballardini.

La realizzazione dell’esposizione ha potuto contare sul sostegno dell’associazione culturale Amis d’la Curma, che ha tra i suoi obiettivi la valorizzazione della figura di Angelo Morbelli e del territorio monferrino. Negli ultimi quindici anni, l’associazione ha ridato vita a Villa Maria, residenza di Morbelli, con un’opera di recupero e di ricerca degli oggetti a lui appartenuti in una ricostruzione suggestiva del suo studio.

Tra i soggetti più ricorrenti, le scene che vedono protagonisti gli ospiti del Pio Albergo Trivulzio di Milano, immortalati per la prima volta nel dipinto “Giorni... ultimi” (1883), oggi nella collezione dell'Ottocento della Galleria d'Arte Moderna, che gli valse la vittoria del premio Fumagalli a Brera. Altri temi più volte frequentati furono quelli della prostituzione minorile, al centro delle diverse redazioni del dipinto “Venduta”, e del lavoro contadino nelle risaie, fortemente legato alle origini del pittore.

Ogni serie, caratterizzata da uno specifico approfondimento tematico, fu accompagnata da una sperimentazione tecnica che vide Morbelli applicare un divisionismo progressivamente più meticoloso, ben visibile soprattutto nelle opere esposte alla Triennale di Brera del 1891, in linea con le coeve ricerche dell'amico Giuseppe Pellizza da Volpedo, con cui intrattenne un ininterrotto scambio epistolare.
Angelo Morbelli 1853-1919
Galleria d’Arte Moderna di Milano
Fino al 16 giugno 2019
Orario: da martedì a domenica 9.00-17.30 (lunedì chiuso)
www.gam-milano.com
21/04/2019
Maria Luisa Caffarelli - redazione@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile