Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Università, "la città deve recuperare, tante promesse e pochi investimenti"

Salvatore Rizzello guarda al Rettorato dell'UPO per rappresentare Alessandria 'dimenticata': "Squilibrio negli investimenti, la didattica è eccellente". E su medicina è realista: "Iter lungo, se ne parla da un anno...".
 ALESSANDRIA - Capita che uno studente Erasmus proveniente da un campus europeo approdi ad Alessandria, paragoni cos'ha lasciato in patria e cos'ha trovato qui, e poco dopo chieda di essere trasferito a Novara o Vercelli, dove in questi anni sono stati investiti – ancora pochi mesi fa nella Caserma Perrone di Novara il CUSPO ha aperto la prima palestra interna ad un Ateneo – soldi per crescere.
Capita anche questo ad Alessandria, città (non) universitaria con buona pace delle promesse e dei desideri, a vent'anni dalla costituzione dalla costituzione dell'Università tripolare prima, ora multicamus.

Promesse, appunto. Basti pensare che poche settimane fa è stata nuovamente tirata fuori l'ipotesi di portare la facoltà di medicina tra Tanaro e Bormida quando mancano le residenze universitarie e i corsi che ci sono già stanno stretti nelle aule a disposizione. “Una cosa è l'auspicio, altra è la sussistenza”. A commentare l'ultima sull'Università di Alessandria è il prof. Salvatore Rizzello, direttore del Dipartimento Digspes (giurisprudenza, scienze politiche ) nella sede storica di Palazzo Borsalino. “Un anno fa in Comune eravamo tutti intorno ad un tavolo per parlarne: dodici mesi dopo siamo ancora qui a discutere, senza alcun passo avanti”. L'iter per raddoppiare medicina è molto complesso, ma qui ad Alessandria siamo ancora alla fase delle discussioni. Un po' come quelle, perenni, sulle nuove sedi univerisitarie.

Rizzello si candida di fatto alla successione di Cesare Emanuel (contrapposto a Gian Caro Avanzi da Novara, direttore – guarda caso – di medicina) come il 'Rettore per Alessandria': il suo programma punta a “Riequilibrare le risorse”, ovvero a valorizzare Alessandria dotandola di mense adeguate residenze (per iniziare un centinaio di posti letto) per creare quella vita studentesca fuori dalle aule, utile per l'economia cittadina. “Alessandria può diventare davvero il centro culturale tra Torino, Genova e Milano, trovando anche collaborazioni – e non solo rivalità – con gli atenei di queste città”.

Rizzello, che ha seguito fin dalla nascita l'UPO, difende con orgoglio la crescita progressiva in termini di qualità: “Alessandria è cresciuta nella didattica e nella ricerca, ci sono punte d'eccellenza in cui primeggiamo, ma le scelte politiche del territorio dentro e fuori l'UPO non l'hanno mai fatta decollare”. Anzi, alla fine i poteri forti sono riusciti a portare investimenti nel nord del Piemonte, lasciando il nostro capoluogo con l'atavico dilemma se fosse meglio la caserma dei carabinieri o la Valfrè per allargare l'Ateneo. Discussioni infinite tant'è che non ne siamo ancora venuti a capo.

Al candidato Rettore non dispiacerebbe l'ex Ospedale Militare, equidistante con il Conservatorio, altro fiore culturale all'occhiello. “L'Università sembra un'entità a parte, mancano i luoghi di interscambio culturale che portano inevitabili ricadute economiche sul territorio”. Rizzello guarda ad esempi giovani come Perugia, Siena, Trento che hanno puntato sull'Università e che oggi si ritrovano città piene di giovani che vivono e studiano lì. “Le responsabilità sono diffuse...” taglia corto, proprio perché l'elenco potrebbe tardare a finire.
26/02/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO