Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Tpl, piovono interrogativi sul futuro del Cit

La sorte del Cit, Consorzio trasporti di Novi Ligure, è sempre più legata alla pubblicazione del bando provinciale rivolto alle varie aziende impegnate nel trasporto pubblico locale
NOVI LIGURE - Due anni era stata indetta da parte del Cit una gara che avrebbe dovuto portare all’ingresso di un partner privato nel Consorzio intercomunale trasporti di Novi Ligure. Gara che, in base alle nuove norme che disciplinano il trasporto pubblico locale, era stata dichiarata illegittima. Gli anni sono passati, le difficoltà economiche aumentate e l’unica strada che rimane da percorrere ora è quella di concentrarsi sulla gara che sarà indetta a livello provinciale, come ha stabilito la Regione Piemonte.

La settimana scorsa si è svolto ad Alessandria un incontro propedeutico per stabilire il contenuto del bando di gara rivolto alle varie aziende della provincia impegnate nel trasporto pubblico. Molto probabilmente, il bando verrà pubblicato nel prossimo autunno. Si tratta di una vera rivoluzione nel campo dell’extraurbano in provincia. L’azienda che vincerà la gara, alla quale potranno partecipare aziende di tutta Italia, gestirà tutto il trasporto provinciale.

Nel caso in cui il Cit non si aggiudicasse questa gara, anche il trasporto urbano verrebbe dato in gestione all’azienda vincitrice. Il Comune di Novi, infatti, ha chiesto di inserire nel bando anche la gestione delle linee urbane novesi. "La situazione – dice l’assessore ai Trasporti Simone Tedeschi – è senza dubbio complessa. Oggi è comunque difficile fare previsioni su cosa accadrà una volta formulata la gara provinciale". Il sindaco Rocchino Muliere aveva già espresso, nei mesi scorsi, l’intenzione di dover mettere mano al Cit perché "il trasporto pubblico, specialmente quello urbano, deve essere rimodellato sulle effettive esigenze della popolazione".

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, gli amministratori novesi si sono espressi revocando l’atto di indirizzo del 2010 per la «conversione del Cit in società mista pubblico-privata e l’affidamento dei servizi di trasporto pubblico urbano e di gestione dei parcheggi a pagamento».

Interessati alle corse degli autobus e ai nuovi orari anche i pendolari novesi: stante la difficoltà di raggiungere via treno Milano da Novi, è necessario che i nuovi orari degli autobus che collegheranno Novi a Tortona vengano armonizzati con quelli dei convogli ferroviari della linea Tortona-Milano.
9/07/2016
Marzia Persi - m.persi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film