Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lavoro

Rinnovato ll contratto nazionale di lavoro delle cooperative sociali

La Fisascat-Cisl di Alessandria: “Espressione della capacità concertativa e di condivisione degli obiettivi”
È stato rinnovato il Contratto Nazionale per le lavoratrici e Iavoratori delle cooperative sociali scaduto nel dicembre 2009.
Commenta Cristiano Montagnini, segretario generale Fisascat-Cisl di Alessandria: “Abbiamo assistito ad una trattativa lunga ed estenuante, soprattutto in una stagione nella quale la crisi finanziaria sta portando molti Enti Locali, Regioni, ma soprattutto il Governo Nazionale, a ridurre le risorse destinate allo stato sociale. Ricordiamo – sottolinea - che il mondo di cui stiamo parlando, fatto di case di riposo pubbliche, private e altre strutture, è caratterizzato dagli appalti e questo aspetto ha pesantemente influito sulle imprese cooperative condizionando Ia trattativa”.
I punti salienti di questo nuovo accordo sono la durata contrattuale triennale anziché quadriennale e un aumento salariale medio di 70 euro da riparametrare sui vari livelli professionali, incremento in linea con gli indici inflattivi attualmente in vigore.
Nel merito l’accordo prevede che si debba esercitare obbligatoriamente Ia contrattazione di secondo livello aziendale e/o territoriale, con I'obiettivo di cogliere elementi di qualità e quindi Ia necessità di individuare, incrementare e rendere accessibili tutte le misure volte a incentivare Ia produttività, al fine del miglioramento della competitività dell'impresa.
Sono previsti inoltre un elemento di garanzia retributiva a favore dei lavoratori di 110 euro, qualora non fosse possibile definire un accordo di secondo livello territoriale; un nuovo e articolato capitolo sull'apprendistato, adeguandolo alle nuove normative di legge per provare, attraverso questa forma di assunzione, a creare condizioni di occupazione nel settore
introduzione dell’assistenza sanitaria integrativa con i costi a completo carico del datori di Iavoro.
Altri capitoli importanti del rinnovo contrattuale verranno illustrati e discussi nelle consultazioni sindacali tra le lavoratrici e i Iavoratori, a partire ad mese di gennaio 2012.
“Le previsioni demografiche di invecchiamento della popolazione fanno riflettere sulle future esigenze di nuovi servizi privati di assistenza alla persona che saranno sempre più richiesti anche considerate le carenze dei servizi pubblici; in uno scenario a rischio recessione – conclude Montagnini – il rinnovo contrattuale è l’espressione di capacità di condividere gIi obiettivi ossia tutelare il lavoro ed ampliare nel contempo gli interessi contrattuali, strumento fondamentale per adeguare la dinamica dei salari ed i rapporti di Iavoro rispetto alle mutate situazioni del settore”.
29/12/2011
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018