Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Patenti di guida: ecco cosa cambia

Sabato 19 entra in vigore una nuova normativa che regola le patenti di guida. Abbiamo chiesto ai vigili e alle scuole guida quali saranno le novità più rilevanti e come verrà gestito il periodo transitorio
ALESSANDRIA - A partire dal 19 gennaio 2013 saranno integralmente applicabili le disposizioni del decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59, che attua, tra le altre cose, la direttiva 2006/126/CE in materia di patenti di guida, al fine di uniformare la disciplina in tutti i Paesi europei.
Le principali novità introdotte dal decreto legislativo, che va a integrare l'art. 115 del codice della strada e a sostituire totalmente il 116, sono l'aggiunta di alcune nuove categorie di patenti di guida e una differente età minima richiesta per conseguire alcune di esse.
“Ciò su cui maggiormente ci concentreremo sarà il rispetto dei requisiti fisici, ovvero il rispetto delle nuove età minime per la circolazione con determinati veicoli, anche nel caso si possieda già la patente” ci tiene a precisare il comandante Ezio Bassani, della polizia municipale di Serravalle e formatore.
Alcuni esempi dei requisiti minimi citati dal comandante sono l'obbligo dei 24 anni per poter conseguire la patente di categoria A (invece dei 21 richiesti in precedenza) che consente di guidare moto di grossa cilindrata, il passaggio dai 18 ai 21 anni per la patente di categoria C per gli autocarri, ma anche nuovi limiti massimi di età: è il caso degli autisti di autobus e camion che potranno guidare i loro mezzi solo fino a, rispettivamente, 60 e 65 anni, con la possibilità di un rinnovo annuo (previa verifica dei requisiti fisici e psichici) solo fino a 68 anni. “Questa parte della normativa sarà tra quelle più problematiche da applicare in quanto in netto contrasto con la riforma Fornero delle pensioni” dice sempre Bassani, che aggiunge: “è importante aver pazienza, almeno all'inizio, per riuscire a metabolizzare al meglio questo nuovo assetto e non rischiare di commettere errori né per eccesso di zelo né per scarsa conoscenza della nuova normativa. Ad esempio è importante sapere che dal 19 gennaio la 'patente a punti' varrà anche per effrazioni commesse in motorino (nel caso di minorenni saranno i genitori a pagarne le conseguenze) e la guida di un ciclomotore “cinquantino” in assenza di patente AM (comunemente conosciuta come “patentino”) non viene più sanzionata con un'ammenda ma ora costituisce reato!” Va comunque precisato che, per coloro i quali avranno preso la patente prima del 19 gennaio, in Italia verrà considerata valida in ogni caso mentre all'estero sarà a discrezione del singolo Paese europeo se accettarla o meno.
Un'ulteriore novità apportata dal decreto legislativo è il trasferimento del compito del rilascio delle patenti all'Uco (Ufficio Centrale Operativo del Ministero dei Trasporti), che le invierà poi alle singole Motorizzazioni locali.
La ragione di questa scelta ce la spiega Pino Russo, presidente del Confarca (Autoscuole riunite e consulenti automobilistici): “il motivo per cui ogni patente passerà al vaglio del Ministero dei Trasporti è che non ne verranno più rilasciate a chi non presenta i requisiti morali, ovvero a chi ha problemi con la giustizia. Questa decisione porterà ad una dilatazione dei tempi necessari per la prenotazione dell'esame di guida da 5 a 10 giorni, per permettere tutti i controlli del caso. Inoltre a partire dal periodo di marzo/aprile anche il rinnovo della patente interesserà il Ministero dei Trasporti: non verranno più spediti a casa quei piccoli adesivi poco pratici ma ad ogni rinnovo corrisponderà un duplicato del documento”.
Vista la rilevanza delle novità introdotte abbiamo chiesto a Russo anche come si adegueranno le autoscuole a riguardo: “considerato che la legge che entra in vigore sabato passò nel 2011 abbiamo avuto tempo a sufficienza per informare chi si iscriveva su quali fossero le scadenze e i termini per conseguire la patente prima del 19 oppure dopo, nello specifico gli esami pratici saranno sospesi dal 19 al 29 per la messa a punto delle procedure informatiche ma il Ministero è stato molto elastico nei confronti di chi avesse già sostenuto l'esame teorico, aumentando le sedute d'esame pratico prima del 19 e subito dopo il 29 e concedendo una proroga a coloro i quali fossero scaduti i documenti nel periodo di sospensione degli esami, il tutto per permettere a chi avesse iniziato un iter di portarlo a termine”.
Dunque, nonostante sia fisiologico che questi cambiamenti creino delle problematiche almeno nel breve termine, è evidente la buona volontà del Ministero dei Trasporti a ridurre al minimo i disagi e anche di polizia municipale e scuole guida nell'aiutare il più possibile i cittadini in questo momento transitorio.
18/01/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018