Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Informazione dalle aziende

La casa del futuro? Sempre più intelligente, autonoma ed economica

Un esempio dell'applicazione delle nuove tecnologie è il nuovo condominio "Le Farfalle" costruito in zona Euronovi dall'impresa Boggeri, un edificio in classe energetica A4, il massimo realizzabile con la tecnologia attuale. Il 16 giugno l'inaugurazione con possibilità di visita degli appartamenti
NOVI LIGURE – Le nuove tecnologie costruttive e l’ingresso della domotica rendono le nuove costruzioni sempre più “amiche” dei loro proprietari, facilitando la gestione della casa e rendendola più economica e confortevole.
Grazie all’uso combinato di isolamenti termici, impianti fotovoltaici e pompe di calore, oggi è possibile costruire abitazioni praticamente autosufficienti per quanto riguarda i fabbisogni energetici, e in grado di ridurre quasi a zero l’impatto sull’ambiente delle abitazioni, anche in zone come le nostre dove gli inverni sono abbastanza rigidi ed i costi di riscaldamento, nelle abitazioni tradizionali, sono una delle maggiori fonti di spesa per la gestione della casa.

La Domotica, una nuova parola che è entrata ormai nell’uso quotidiano e che significa “automazione della casa”, permette di gestire la casa in maniera intelligente ed anche a distanza. Grazie allo smartphone e alla connessione internet del cervello dell’abitazione, è possibile regolare il riscaldamento, chiudere le tapparelle, sorvegliare l’impianto di anti-intrusione anche a migliaia di chilometri di distanza.
In Europa circa il 40% dell’energia totale viene utilizzata ad uso residenziale e nel settore terziario e l’unico modo plausibile per abbassare i livelli di emissioni è quello di apportare un miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Entra in gioco così l' "Attestato di Prestazione Energetica" o A.P.E.  che non è solo un documento, ma è metodo costruttivo e cura del particolare.

Un esempio dell’applicazione delle nuove tecnologie è il nuovo condominio “Le Farfalle” costruito in zona Euronovi dall’impresa Boggeri, un edificio in classe energetica A4, il massimo realizzabile con la tecnologia attuale.
Il sistema costruttivo ad elevato isolamento termico ed acustico, con pareti esterne spesse 55 centimetri di cui 19 di isolante, garantisce un livello praticamente nullo di dispersione termica. La combinazione tra isolamento termico, pannelli fotovoltaici, riscaldamento e raffrescamento a pavimento alimentati da pompe di calore, ha condotto alla scelta di realizzare un condominio No-Gas. La connessione per il gas tradizionale, avrebbe alimentato solo i fornelli e, visto il surplus di energia elettrica prodotta, con tale scelta si diminuiscono i costi di gestione e si aumenta la sicurezza intrinseca dell’immobile.
L’alto isolamento delle pareti ha benefici effetti non solo sul bilancio termico, ma anche sull’isolamento acustico, rendendo gli appartamenti particolarmente silenziosi e a prova di vicini rumorosi.

Gli alloggi sono inoltre dotati di una canalizzazione per la ventilazione meccanica controllata (VMC) che assicura la necessaria qualità dell’aria negli ambienti, rimuovendo le sostanze nocive che in essi si generano e sostituendo l’aria espulsa con analoghi quantitativi di aria esterna, senza sprechi di energia.
Dal punto di vista domotico, la casa intelligente gestisce videocitofono (con un comune Smatphone, se non si è in casa, si può vedere e sentire chi suona al citofoco), antifurto, controllo dei carichi, temperatura della casa, riscaldamento, grazie anche al wi-fi condominiale collegato ad una connessione a fibra ottica.
Grazie alla filosofia costruttiva del Gruppo Boggeri i 17 appartamenti realizzati nel nuovo condominio (di cui 10 già venduti) sono proposti ad un prezzo di mercato in linea ad altre soluzioni abitative proposte in città, nonostante l’alto livello di innovazione.

Merito della progettazione in -house, realizzata attraverso il sistema BIM (Building Information Modeling) che permette di tenere sotto controllo tutte le fasi di progettazione e realizzazione, sia dal punto di vista strutturale che impiantistico. Con il BIM si ottimizza la progettazione e la costruzione, riducendo i tempi morti e con un controllo di gestione puntuale ed efficace.
Particolare attenzione è stata prestata anche alla progettazione degli spazi comuni, quali androne e vano scala che, posti al centro dell’edificio, sono illuminati dalla luce naturale grazie ad una suggestiva copertura in vetro.
Il nuovo condominio verrà inaugurato il 16 giugno, quando si potranno visitare e vedere dal vivo alcuni degli alloggi in vendita. Un’occasione non solo per chi cerca casa, ma anche per chi è interessato alle nuove tecnologie e al risparmio energetico.
13/06/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
INFORMAZIONE DALLE AZIENDE


 



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO