Casale Monferrato

Al via l'abbattimento della torre Italcementi

Luned́, tempo permettendo, ruspe in azione nel quartiere Ronzone per l'abbattimento della torre alta 57 metri dell'ex stabilimento Italcementi
Inizierà lunedì l'abbattimento della ciminiera dell’Italcementi al Ronzone. Verso le 10 le ruspe dovrebbero entrare in azione per radere al suolo la ciminiera di 57 metri “simbolo” della Casale “città bianca”, centro importante di produzione di cemento.
L'amministrazione ha tentato fino all'ultimo di preservare la costruzione quello che sarebbe un manufatto unico nel suo genere, un vero e proprio gioiello dell’archeologia industriale.
L’ultimo tentativo per salvarla era stato venerdì 21 ottobre durante un incontro in Comune tra il sindaco Giorgio Demezzi, l’assessore all’Urbanistica, Ettore Bellingeri, il dirigente del Settore Pianificazione Urbana, Roberto Martinotti, il direttore tecnico di Italcementi, Edoardo Giudiceandrea, e il funzionario della direzione tecnica di Italcementi, Paolo Isolabella.
“La Italcementi ha dimostrato tutta la disponibilità possibile – ha spiegato il sindaco Demezzi – fermando anche i lavori di demolizione per l’incontro di venerdì scorso e analizzare tutte le possibili soluzioni per salvare la ciminiera da 57 metri d’altezza”.
L’azienda si è detta anche disponibile a non abbattere lo storico manufatto, ma in questo momento non sarebbe in grado di accollarsi le ulteriori spese di consolidamento e manutenzione successivi. E le ultime rilevazioni hanno evidenziato problemi di stabilità che col il tempo rischierebbero di peggiorare.
“L’azienda ha spiegato che lo smantellamento della ciminiera – ha concluso il sindaco Giorgio Demezzi – avverrà con una particolare tecnica di abbattimento graduale, in modo da non sollevare polvere. Con l’abbattimento completo delle strutture dell’Italcementi si è aggiunto un nuovo tassello nella rinascita del quartiere Ronzone”.
30/10/2011
Redazione - redazione@alessandrianews.it