Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Porte aperte nei Castelli e nei musei

Domenica 20 agosto visite ad Acqui Terme, Bistagno, Merana, Casale Monferrato, Ozzano, Masio, Volpedo e Pozzolo Formigaro
PROVINCIA – Nuovo appuntamento con Castelli Aperti domenica 20 agosto. Ad Acqui Terme vivista guidata a Villa Ottolenghi (strada Monterosso) alle 14.30. La visita comprende gli studi degli artisti (dove è allestita la sala degustazione), le cantine, i giardini, la Villa (dove sarà possibile visionare anche la sezione dedicata a Relais di Charme) e le piscine interne. Inoltre è possibile la visita del Tempio di Herta, previa prenotazione e minimo di 5 persone.

Sempre ad Acqui Terme porte aperte al Castello dei Paleologi - Museo Civico Archeologico (10-13 e 16-20). L' allestimento museale consente al visitatore di percorrere un itinerario storico dalla preistoria al Medioevo. Le prime sale sono dedicate alla preistoria e alla protostoria, mentre nella successiva sezione romana sono raccolti reperti provenienti da impianti monumentali e residenziali della città, raffinati corredi delle necropoli urbane, sculture e stele funerarie. La sala principale ricorda la vocazione termale e curativa della città di Acqui, presentando la ricostruzione dell'antica fontana della Bollente. Chiude l'esposizione la sezione dedicata al periodo tardo-antico e medievale.

A Bistagno dale 10.30 alle 12.30 e 15 e dalle 18 si visita la Gipsoteca Giulio Monteverde che occupa sette sale al primo piano di Palazzo Leale, edificio costruito a fine Ottocento per ospitare le scuole locali. L'allestimento museale risale al 2001 e ripercorre in termini cronologici e tematici le tappe salienti dell'attività artistica dello scultore, nato a Bistagno nel 1837.

A Merana la visita prevede la salita sulla torre da cui si gode un ampio panorama e offre ai visitatori paesaggi che spaziano dall'Appennino Ligure alla Langa sino all'Acquese. Di grande interesse sono i calanchi marnosi dilavati che si sfagliano facendo riaffiorare quantità di fossili.

A Casale Monferrato sono visitabili il Castello (10-13 e 15-19) e il Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi (10.30-13 e 15-18.30).

Alle 11 e alle 16,30 appuntamento a Ozzano alla scoperta di un borgo che ha mantenuto nei secoli un centro storico poco contaminato in cui è facilmente leggibile la conformazione di origine medioevale dove sono a brillare emergenze artistiche, architettoniche e naturali che ne fanno un piccolo gioiello nel cuore del Monferrato Casalese.

A Masio dalle 15 alle 18.30 visite libera al Museo La Torre e il Fiume, un affascinate percorso in verticale che narra la storia della torre di Masio e delle torri del territorio (la costruzione, la vita nella torre, la difesa, l'assedio), costruzioni nate come simbolo del potere dei comuni in epoca medievale e diventate elemento caratterizzante del paesaggio in età moderna. Il percorso museale prosegue rinnovando il forte legame con il Tanaro, che domina il paesaggio masiese, per terminare con l'uscita sulla cima della torre ed ammirare il fiume e le colline del Monferrato e la pianura alessandrina.

20/08/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018