Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Biblioteca: cresce il numero degli iscritti

Sono 167 gli ovadesi che hanno sottoscritto la tessera negli ultimi dodici mesi. Il totale degli utenti attivi sale così a 4.152 con un più alto numero di donne (2.647). Tra i libri più richiesti nel corso del 2017 “La donna della cabina numero 10”, un thriller che nel 2016 ha imposto la scrittrice inglese Ruth Ware all’attenzione degli appassionati del genere

OVADA - Centosessantasette. E' questo il numero degli ovadesi che, nel corso del 2017, hanno sottoscritto la tessera della Biblioteca Civica di piazza Cereseto. Di questi, in particolar modo, va registrato il dato relativo agli Under 14: ben 90. A sorpresa c’è una piccola prevalenza di maschi (51) sulle femmine (42). Il totale degli utenti attivi  sale così a 4.152 con un più alto numero di donne (2.647). “L’interesse dei lettori più giovani – spiega la bibliotecaria, Cinzia Robbiano – è il frutto del legame stretto con le scuole della città. Credo che la lettura ad alta voce, se effettuata nel modo giusto e con temi che possono catturare il loro interesse, sia ancora uno strumento molto potente per catturare l’attenzione dei più piccoli. Lo noto da come rimangono colpiti quando visitano la nostra biblioteca e anche da come si ricordano in caso di nuovi incontri”.

La lettura coglie anche l’interesse dei più grandi. In primis la narrativa, la saggistica segue a ruota. “Da sempre – prosegue Robbiano – la nostra biblioteca smentisce l’idea secondo la quale la letteratura più gradita è quella più popolare e visibile. Dietro c’è un lavoro per diversificare la proposta. Ma sono gli stessi iscritti a costruirsi i loro percorsi di lettura e proporli anche ai loro conoscenti”. Non solo quindi best sellers e autori di grido. Tra i libri più richiesti nel corso del 2017 “La donna della cabina numero 10”, un thriller che nel 2016 ha imposto la scrittrice inglese Ruth Ware all’attenzione degli appassionati del genere. Poi Luis Sepulveda con “La fine della storia”. Per la saggistica spazio a temi di grande attualità con “Putin e la ricostruzione della grande Russia”, pubblicato dall’ex ambasciatore Sergio Romano, per il costume con “Vecchi, folli e ribelli”, il racconto della vita nella terza età scritto da Gianpaolo Pansa e per “Come ho svuotato la casa dei miei” di Lydia Flem, un sguardo fortemente empatico del rapporto con i genitori inquadrato attraverso gli oggetti della loro abitazione. E ancora “In guerra con il passato – La falsificazione della storia” scritto da Paolo Mieli. Ha un ruolo anche nell’integrazione la biblioteca cittadina. Tra gli iscritti c’è infatti una buona rappresentanza di lettori di 22 paesi stranieri. I più rappresentati sono la romania (24), Ecuador e Albania (18) e Polonia (16). 

28/01/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO