Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Scabbia alle elementari. "Caso isolato, nessuna epidemia"

Un caso di scabbia è stato registrato in una scuola elementare di Novi Ligure. La malattia non è stata contratta tra i banchi. "Il contagio in classe è una eventualità estremamente rara", dicono dall'Asl
NOVI LIGURE – Un caso di scabbia è stato registrato in una scuola elementare di Novi Ligure. Un alunno della Rodari di via Crispi è risultato affetto dalla malattia, provocata da un acaro microscopico che scava dentro la pelle per depositarvi le uova. Il servizio di Igiene pubblica dell’Asl, immediatamente intervenuto, ha effettuato i necessari controlli e ha diramato un avviso a diversi plessi scolastici cittadini. Qualche genitore si è preoccupato, «ma il caso di contagio è uno solo – spiegano dall’Asl – Facendo però parte di un nucleo familiare numeroso sono state avvisate anche le classi frequentate dai fratelli».

La malattia non è stata contratta tra i banchi, anzi risalirebbe a prima dell’inizio dell’anno scolastico, visto il periodo di incubazione piuttosto lungo. In ogni caso, «il contagio a scuola è una eventualità estremamente rara». Al di fuori del proprio ospite, l’acaro responsabile della malattia non è in grado di sopravvivere. «Per passare da una persona all’altra c’è bisogno di un contatto “pelle a pelle” di circa 20-30 minuti – riferiscono le autorità sanitarie – Circostanze simili possono verificarsi in famiglia, al limite negli asili, ma ben difficilmente nelle scuole elementari o medie».

I genitori dei bambini che frequentano le classi “sotto osservazione” sono stati invitati a effettuare un controllo sulla comparsa di eventuali sintomi: si tratta principalmente di papule pruriginose che si manifestano di solito la notte, visto che tra le coltri del letto gli acari possono annidarsi più facilmente. Le papule si concentrano nelle aree del corpo dove sono presenti pieghe cutanee: tra le dita, vicino ai polsi e ai gomiti, dietro le ginocchia, all’inguine e così via.
Il monitoraggio dell’Asl continuerà fino a gennaio, ma come si diceva a scuola la possibilità di contagio è molto ridotta. Inoltre è già stata eseguita una sanificazione dei locali potenzialmente interessati.

Secondo i dati del Seremi, il Servizio regionale di epidemiologia delle malattie infettive, dal 2005 al 2015 le diagnosi di scabbia in provincia di Alessandria sono state una trentina all’anno. Nel 2016 c’è stata un’impennata con 141 casi; nello stesso periodo, in Piemonte, i casi registrati sono stati 548, di cui 101 hanno riguardato minorenni. Nel corso del 2017 gli episodi di scabbia sono scesi a 61 in provincia (pari a un caso ogni 7 mila residenti) mentre sono saliti a 585 in regione: di questi ultimi, 136 erano minorenni. In base alle statistiche, il malato è straniero solo nel 50 per cento dei casi (un’eccezione si è avuta nel 2016 con 6 casi su dieci che hanno riguardato persone nate all’estero).
1/12/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film