Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Nascondevano la droga nei campi, cinque arresti in Provincia

Cinque arresti e tre fermi in Provincia da parte degli agenti della Questura in due operazioni antidroga. Cocaina ed eroina erano nascoste in barattoli di vetro sotterrati in campi diventati nuovi luoghi di spaccio
CRONACA - Il "supermercato" della droga all'aperto era aperto tutti i giorni dalle 13 alle 18, orario continuato. La sostanza stupefacente, cocaina o eroina, sepolta nel terreno in barattoli di vetro. 
Gli investigatori della squadra mobile di Alessandria hanno lavorato per diversi mesi per mettere le manette ai polsi di cinque persone, più altri tre in stato di fermo, nell'ambito di due operazioni: "Little Boy" e "Scivia River".

La prima, in ordine di tempo, è partita nell'ottobre 2017 con l'arresto di Rachid Ait Said, cittadino nordafricano residente a Felizzano. Si recava spesso in campagna, tra Predosa e Castelferro, lungo la provinciale 190
Quando lo hanno fermato aveva addosso cinque grammi di cocaina e dieci di eroina. 
Non era l'unico che si riforniva nel campo, emergerà poi dalle indagini. Almeno una trentina di persone al giorno si recavano in quel luogo dove, a ridosso di un cavalcavia, dietro un guard rail, "spuntava" una persona, anch'egli di orgine nordafricana, individuato poi come Khalid Derdouri, residente a Trezzano sul Naviglio, soprannominato "Il piccolo", Little boy, appunto. Per lui le manette sonoscattate nel febbraio 2018. 
Dalle indagini è emerso come Derdouri fosse probabilmente il fornitore principale del giro che dal milanse portava la dorga in provincia. Avevano individuato quel luogo, il campo tra le colline dell'ovadese, dove la "merce" arrivava all'ingrosso, per essere poi interrata e dissepolta all'occorenza.
Stessa tecnica riscontrata anche nella seconda operazione, denominata "Scrivia River" poichè il campo dello spaccio si trova sulla riva del torrente Scrivia, tra Castellar Ponzano e Tortona.
A portare gli agenti della Mobile sul posto è stato l'arresto di Daniele Caruso, che era già ai domicilari per altri reati. Usufruiva di un permesso per recarsi ina struttura dell'Asl ma venne sorpreso fuori dal percorso autorizzato dal quale si era allontanato per acquistare eroina. Il suo fornitore, secondo le indagini, era Issam Bejaouri, trovato in possesso di 17 grammi di eroina ed arrestato nel marzo 2018. Era Bejauri a rifornirsi direttamente nel campo in riva allo Scrivia, gestito con metodo quasi manageriale da Abberrazzak El Kharmoudi, 35 anni, senza permesso di soggiorno, Imad El Kharmoudi, 23 anni, Ayoub Belfdel, 22 anni, tutti domiciliati a Vigevano e tutti arrestati lo scorso 25 maggio, con in tasca 3.800 euro di contanti, i proventi di una giornata nel campo. Nel garage dell'abitazione sono stati inoltre trovati contanti per 65mila euro. 
Agli arresti è finito anche Hicham Elannouri, 33 anni di San Giuliano Milanese. Aveva con sé mezzo chilogrammi di eroina che stava portando al campo nel tortonese. Conti alla mano, poteva essere il rifornomento settimanale per il mercato locale. 
Particolarità della fenomenologia, in progressiva diffusione, è infatti la pratica di trasportare la droga ad intervalli di tempo lunghi e di conservarla, poi, sepolta, per essere smerciata al dettaglio. 
8/06/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO