Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Manifestazione "No Tav" del 22 febbraio, in 25 sotto indagine

La Procura ha aperto un'indagine sulla manifestazione del 22 febbraio scorso a Pozzolo Formigaro: manifestazione non autorizzata, invasione di terreni e danneggiamento i reati penali contestati a venticinque attivisti dei comitato No Tav del basso Piemonte.
POZZOLO FORMIGARO – Manifestazione non autorizzata, invasione di terreni e danneggiamento. Sono questi i reati penali contestati a venticinque attivisti dei comitato No Tav del basso Piemonte. La procura della Repubblica di Alessandria ha aperto un'indagine sulla manifestazione dello scorso 22 febbraio nelle aree di cantiere del terzo valico a Pozzolo Formigaro, individuando venticinque persone, in particolare, che ora rischiano di andare davanti al giudice.

Secondo fonti del movimento No Tav, i manifestanti colpiti da avviso di garanzia sono "donne, uomini, giovani e anziani", la cui età è compresa tra i 20 e i 70 anni, tutti della zona e facenti parte dei comitati di Novi, Pozzolo, Serravalle, Arquata.
La manifestazione del 22 febbraio era stata organizzata nell'ambito della giornata nazionale di lotta indetta dal movimento notav della Valsusa: "oltre quattrocento persone si ritrovarono al Presidio No Tav – Terzo Valico di località Brusadini. Dopo aver pranzato si diressero verso la cava Romanellotta e levarono alcuni chilometri di recinzione arancione posta a perimetro dell’area", ricordano i comitati.

Intanto è partita una raccolta firme per chiedere la revoca del provvedimenti di restrizione di libertà a carico di Caludio Sanita, uno dei leader del movimento, che, in attesa dell'interrogatorio di garanzia davanti al giudice per le indagini preliminari, non può entrare in otto paesi della zona, tutti sede di cantiere. Il reato contestato a Sanita è quello di rapina ai danni di un operaio nel corso di una manifestazione. Sanita, secondo l'accusa, avrebbe sottratto una macchina fotografica.  Peraltro, il giudice per le indagini preliminari, ha negato che sia avvenuta questa fantomatica rapina, secondo quanto riporta il sito ufficiale del movimento, ma ha covalidato la misura cautelativa. 
14/05/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne