Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Enoteca: prosegue sul web la ricerca su Dolcetto e Ovada

Dopo la prima fase in cui sono stati consultati i produttori della zona, ora il sondaggio tocca direttamente i potenziali consumatori progetto di ricerca avviato negli ultimi mesi dall’Enoteca di Ovada e del Monferrato.

OVADA - Qual é lo stato di salute del settore vitivinicolo dell’Ovadese. Una risposta arriverà dal progetto di ricerca avviato negli ultimi mesi dall’Enoteca di Ovada e del Monferrato in collaborazione Sviluppo Locale dell’Università del Piemonte Orientale, grazie al contributo decisivo della Camera di Commercio di Alessandria. Si è passati dal campione indicativo di produttori della zona fino ai potenziali consumatori, che entrano in gioco in questa seconda fase con un sondaggio web disponibile all’indirizzo https://it.surveymonkey.com/r/GYXLMKJ. “La collaborazione con il Master – spiega Marco Lanza referente scientifico per il progetto per l’Enoteca Regionale - è davvero interessante, le tematiche dello sviluppo locale se applicate in modo puntuale possono essere decisive per il rilancio di questo ambito socio-economico”. Ai principali attori del mondo del vino si è chiesto di fare un quadro esauriente della situazione attuale: avanzamento tecnologico della produzione, numero di bottiglie di ogni azienda, la possibilità di collaborazione tra produttori, modalità di commercializzazione tra singole bottiglie e vino sfuso.

E ancora: la spinta legata all’ottenimento della doc per il Dolcetto nel 1972, le implicazioni legate alla presenza di due consorzi di promozione, criticità da superare e opportunità da cogliere per un rilancio. “Siamo certi – prosegue Lanza - che emergeranno risultati e prospettive interessanti, ci avvarremo della collaborazione di esperti del settore, messi a disposizione dall’Università, e presenteremo la nostra ricerca in diversi momenti sia ai produttori che alla cittadinanza”. Discorsi diversi per il questionario sottoposto via internet ai consumatori: conoscenza dei rossi locali, principali differenze tra Dolcetto e Ovada, preferenze e modo di orientarsi, possibilità di consigliare ad amici e conoscenti vini della zona piuttosto che prodotti provenienti da aree diverse. “Volevamo capire quale atteggiamento hanno gli ovadesi rispetto al vino del nostro territorio e se possono esserne ambasciatori, avere una quadro chiaro del consumo e delle sue modalità. L’obiettivo dell’Ente e dei ricercatori è stato quello di ampliare il più possibile la base di persone intervistate. Proprio per questo abbiamo scelto internet: il nostro invito è quindi compilare il questionario che si trova facilmente sulla pagina facebook dell’Enoteca Regionale, un piccolo contributo per conoscere meglio il nostro territorio”. Le indicazioni raccolte saranno sul tavolo del consiglio di amministrazione destinato a raccogliere il testimone di quello che ha quasi terminato il suo mandato per indirizzare l’attività dei prossimi anni.

 

27/05/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria