Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Azzardo: quattro euro al giorno

E' la cifra pro capite spesa dagli ovadesi: ogni anno il gioco si porta via il fatturato di un'azienda che potrebbe dare lavoro a un centinaio di dipendenti
OVADA - E’ vero, quattro Euro al giorno non impressionano. Anche se spesi al gioco. Però questa somma viene giocata dagli ovadesi (da tutti gli ovadesi e dintorni) ogni singolo giorno di ogni anno. Gli ovadesi e dintorni sono 20.000, i giorni sono 365: in totale gli ovadesi destinano al gioco (nelle sue varie forme) 30 milioni di euro all’anno. Trenta milioni di euro sono il fatturato di una media industria, una di quelle che potrebbero dare lavoro a un centinaio di dipendenti.  E’ vero, qualcosa ritorna di quella somma.

Se tutto fosse rigorosamente legale “solo” 4 – 5 milioni di euro andrebbero buttati al vento; i restanti 25 milioni ritornerebbero ai giocatori sotto forma di vincite. Ma purtroppo il mondo delle scommesse, delle ‘slot machines’ e dei giochi “on line” è il terreno d’elezione per operazioni finanziarie di mascheramento (riciclaggio) o più semplicemente di alterazione dei parametri di funzionamento delle macchinette che perdendo la "casualità" diventano la “causalità” dell’arricchimento illecito di gente senza scrupoli. In altre parole la quantità di denaro che viene effettivamente ritornata si abbassa sino a 15 – 20 Milioni di Euro lasciando quindi, nelle mani di non si sa chi, non meno di 10 milioni di euro di noi Ovadesi. Diciamo il fatturato di una aziendina di 40 dipendenti.

Quando il Consorzio Servizi Sociali ha messo al corrente di questa situazione una serie di pensieri si è affollata alla mente, dalla sensazione di impotenza di fronte alla “dipendenza”, all’amara considerazione di quante cose (borse lavoro, opere pubbliche, assistenza …) si potrebbero fare con i soldi che vengono così disinvoltamente buttati. E le occasioni per sperimentare il gioco (e restarci poi invischiati) sono tante e in crescita, purtroppo anche in ambienti che si danno la finalità di dare conforto e svago dopo una giornata di lavoro ai loro frequentanti.

Ora le amministrazioni stanno cominciando a prendere in considerazione l’opportunità di intraprendere qualche azione di studio e analisi per esaminare le possibili misure da intraprendere al fine di verificare la possibilità … e intanto i giocatori aumentano, i debiti crescono, gli strozzini prosperano e famiglie intere sono portate alla rovina da genitori che non riescono a liberarsi da questo terribile cappio. I soggetti che possono avvicinarsi al gioco sono tanti, dai giovanissimi agli adulti agli anziani, di tutte le estrazioni sociali e pertanto non esiste una strategia che possa andare bene per tutti. Quale che sia la strategia che si decida (finalmente) di adottare un elemento sarà alla base dell’auspicato successo: la riprovazione sociale. Sino a quando l’abitudine a giocare non riceverà l’ostracismo sociale ma anzi verrà proposta da icone dello sport nessuna strategia avrà la minima possibilità di successo.

E’ stata vietata la pubblicità a fumo e sigarette. Perché si accetta che campioni osannati e celebrati promuovano impunemente le scommesse e pubblicamente ammettano la loro familiarità con il gioco?Quante cose si potrebbero fare con 30 milioni di euro all’anno? Difficile dirlo! Ma intanto cominciamo a tenerceli questi 30 milioni.

20/03/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile