Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Attivisti anti sfratto a processo, risarciranno il Comune per il vetro rotto

Protestarono a palazzo Rosso per impedire lo sfratto di una famiglia. Rinviati a giudizio, hanno chiesto la messa in prova ma prima dovranno risarcire il Comune per il vetro che era stato infranto
CRONACA – In ventidue erano stati denunciati, sedici sono comparsi ieri davanti al giudice del tribunale di Alessandria per reati che, a vario titolo, vanno dall'invasione di edifici, danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, all'interruzione di pubblico servizio.
I sedici sotto accusa sono attivisti del Movimento per la Casa che, nel settembre 2014, cercarono di impedire lo sfratto di una famiglia, dove era presente un minore, una bimba di tre anni, da un appartamento di via Savonarola. Da quella via si spostarono, poi, in segno di protesta, sotto il Comune di Alessandria e, infine, all'interno, davanti all'ufficio dell'allora sindaco Rita Rossa.
Avevano megafoni ed, alcuni, una maschera. La tensione salì fino all'arrivo degli agenti della Questura.
Venne acceso un fumogeno e ci fu qualche spintone tra agenti e manifestanti, con il sindaco chiuso dentro l'ufficio. Il dialogo alla fine prevalse e tornò la calma.
Ma per quella protesta, la Procura aprì un inchiesta e il pubblico ministero Giancarlo Vona chiese il rinvio a giudizio. Ora, dopo il trasferimento di Vona in altra sede, il fascicolo è stato assegnato al pubblico ministero Andrea Padalino. Ieri, alla prima udienza, non era però in aula.
Davanti al giudice Amato, l'avvocato di difesa, Laura Tartarini, ha chiesto per suoi assistiti la sospensione del processo con “messa alla prova”, ossia la prestazione di lavori socialmente utili. Nonostante le perplessità del pubblico ministero il giudice ha condizionato l'accoglimento dell'istanza al risarcimento del danno (un vetro rotto), rinviando poi l'udienza al prossimo 5 ottobre 2018.
Collettivamente, i sedici imputati proporranno un risarcimento al Comune, che non risulta essersi costituito parte civile, per poter accedere alla messa alla prova. Sono incensurati, tranne uno di loro.
(Foto di repertorio)
2/06/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018