Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia

Grano tenero e filiera in crisi: tocca alla Coldiretti (sempre da sola)

Convegno, lunedì, alla Camera di Commercio con esperti di Bologna e del Cadir Lab. Durante l’incontro “verrà illustrata la difficile situazione che sta attraversando il comparto cerealicolo”. Intanto Cia e Confagricoltura Alessandria puntano su un nuovo progetto con ‘Produttori Mais’, ‘Settevie’ e ‘Centro agricolo San Michele’
ECONOMIA - Un solo problema, il prezzo troppo basso e non rimunerativo del grano tenero, ma sempre due posizioni distinte e separate per le organizzazioni agricole. Cia (Confederazione italiana agricoltori) e Confagricoltura Alessandria hanno deciso prima di fare fronte comune con una azione di protesta (il blocco delle contrattazioni della Borsa Merci della Camera di Commercio di Alessandria) poi di dare un contributo propositivo: insieme alle cooperative ‘Produttori Mais’, ‘Settevie’ e ‘Centro agricolo San Michele’ hanno dato vita al progetto “Coltiviamo il buon grano di qualità” per “produrre masse critiche e omogenee di frumento tenero da commercializzare in forma coordinata.

Coldiretti, invece, prosegue con l’azione solitaria che si è tradotta in piena estate con manifestazioni pubbliche (locali e nazionali) e ora con il convegno ‘Aggiornamenti sulla filiera del frumento tenero’. L’appuntamento è per lunedì 12 settembre, dalle 9.30 alle 12.30, nella sala ‘Castellani’ della Camera di Commercio di Alessandria, in via Vochieri 58. “Durante l’incontro – si legge su una nota diffusa dall’organizzazione agricola - verrà illustrata la difficile situazione che sta attraversando il comparto cerealicolo in tutta Italia per divulgare i dati della filiera del frumento tenero della sperimentazione e del monitoraggio, e per diffondere alcuni aggiornamenti tecnici”. Il convegno sarà aperto da Gian Paolo Coscia, presidente dell’ente camerale alessandrino, quindi il Cadir Lab (analisi e servizi tecnici alla filiera agroalimentare; la sede è a Quargnento) con Alessandro Costanzo e Paolo Rendina, presenterà i risultati della sperimentazione varietale svolta in provincia e il monitoraggio della qualità delle produzioni di tutti gli areali dell’Alessandrino. Seguirà un approfondimento su ‘Il mercato del frumento tenero: evoluzioni e previsioni a breve/medio termine’ a cura di Mauro Bruni, economista agrario, della società Aretè (ricerca, analisi e consulenza economica) di Bologna. Roberto Paravidino, presidente del Consorzio Agrario del Piemonte Orientale e di Coldiretti Alessandria, affronterà il tema della ‘Filiera Harmony - Aspetti qualitativi per la campagna 2015/2016 Mondelez-Nova Spa’ e alle iniziative e infrastrutture a supporto della filiera del frumento.

“È una situazione economica che dura da tempo: i cereali, sono scarsamente e difficilmente differenziabili, e subiscono fortemente la concorrenza di prodotti a minor prezzo provenienti dall’estero. Il convegno – ribadisce Paravidino – sarà l’occasione per fare un primo bilancio del progetto di filiera del ‘Grano buono-Harmony’ che si basa su quattro pilastri: la collaborazione con gli agricoltori, lo statuto dell’agricoltura sostenibile, rispetto per la biodiversità e la tracciabilità. Abbiamo molte novità in cantiere: grazie a collaborazioni importanti possiamo contrastare un sistema agroindustriale tradizionale poco lungimirante che non ha colto il valore economico e strategico del legame con il territorio”. L’incontro sarà moderato da Andrea Villani dell’Ager (Associazione granaria emiliana romagnola) di Bologna ed è organizzato dal Cadir Lab in collaborazione con il Consorzio Agrario del Piemonte Orientale e il contributo della Camera di Commercio. Nel cortile del palazzo dell’ente camerale saranno presenti gli stand delle ditte di mezzi tecnici per presentare le proposte per la filiera.

L’anno scorso dopo una prima stagione sperimentale che ha coinvolto una decina di imprenditori alessandrini per un totale di circa novanta ettari coltivati, il progetto ‘Grano buono-Harmony’ è cresciuto con circa quattrocento ettari sotto contratto per una stima di prodotto (frumento qualità Harmony) di ventimila quintali.
7/09/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film