Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Giardini Pittaluga come il Bronx? La nuova moda sono i "pitbull"

Tra degrado e vandalismo resta alta la "paura" per una zona tra le più antiche della città, che merita tutela: i Giardini Pittaluga. "Scarsa presenza delle forze dell'ordine. A passare ogni giorno c'è solo la Vigilanza Ambientale". Tossicodipendenti, pusher, sporcizia, panchine divelte...e oggi anche pitbull liberi
 ALESSANDRIA - Uno spazio storico della città di Alessandria, tra i più antichi insieme a piazza Santa Maria di Castello, come i Giardini Pittaluga che assomigliano al Bronx? Questa è la condizione che hanno messo in evidenza le numerose fotografie mostrate in commissione consiliare Ambiente dalla Vigilanza Ambientale. Una situazione di degrado che si trascina ormai da molti anni: atti di vandalismo che si susseguono dal 2009 ad oggi. “Hanno spaccato tutto quello che si poteva spaccare dentro l’edificio dell’ex ospedale militare – spiega Fulvio Barzizza, ispettore ambientale che ogni giorno fa una ispezione e un controllo nell’area verde cittadina – Vetrate rotte anche della chiesetta di San Francesco, escrementi, cibi e poi scritte sui muri, canali di scolo rotti. Per non parlare del verde e delle condizioni di manutenzione”. Il mancato taglio e la mancata cura dell’erba e del verde ha portato la vegetazione a crescere e a diventare una sorta di “riparo” dalla vista per i tossicodipendenti. Siringhe e aree interne dell’edificio che venivano frequentate e vissute solo per drogarsi. “Oggi abbiamo cercato di isolare il più possibile questo problema con la chiusura con grate degli spazi di accesso sotterraneo, prima aperti e liberi all’accesso, e con reti di ferro che ‘chiudono’ gli spazi verdi della struttura”. “Una ventina di giorni fa l’ingresso è stato sfondato tre volte – prosegue Barzizza – E fino a poco tempo fa, tanto per fare qualche esempio di microcriminalità che utilizza come spazio quello dei Giardini Pittaluga, ogni martedì mattina, sempre nascosti dietro lo stesso cespuglio trovavo i portafogli rubati il giorno prima, il lunedì, al mercato”.

A fare una fotografia della “giornata tipo” è un osservatore diretto, il dottor Gualco che oltre ad abitare nel palazzo che si affaccia sui giardini, da qualche tempo ne è diventato, in veste di volontario, anche il “custode”. “Apro i cancelli e li chiudo la sera e cerco di eliminare le cartacce e mantenere un minimo di decoro in quello che definisco ‘un luogo meraviglioso, ma allo stesso tempo terribile’”. La volontà è quella di mettere in moto una raccolta fondi tra privati e liberi cittadini per risistemare la chiesetta di San Francesco, che testi e storia narrano essere il luogo dove “San Francesco D’Assisi mise la prima pietra”. Una chiesa del 1200, che nel contesto dei Giardini Pittaluga, va rivissuta e riportata a nuova vita.
“Il luogo dell’indignazione” sono stati definiti questi giardini, “perché basterebbe poco per cambiare le cose”. Oggi infatti sono le singole persone (nella figura del signor Gualco e della Vigilanza Ambientale) ad occuparsi dei Giardini Pittaluga, “ma se unissimo le forze e se tutti partecipassimo a tornare a farli vivere?”, si chiedono Paola Testa di Rilanciamo Alessandria e altri esponenti politici e di associazioni del territorio.  Sempre crescente sembra infatti essere la presenza di “pusher” che attendono nei giardini i giovani alessandrini che vanno a recuperare la droga: una cinquantina di auto e di via vai di pusher, secondo il racconto dell’osservatore dottor Gualco. La nuova moda che sta prendendo sempre più piede è quella dei “pitbull” lasciati liberi nel parco, che creano paura e disagio alle mamme e alle persone che transitano per i giardini. “In questi casi – spiega Fulvio Barzizza – possiamo intervenire con multe, visto il divieto di accesso ai cani dentro ai Pittaluga”.

Un’azione di “risanamento”, di pulizia, che sembra essere possibile attraverso l’unione delle forze di tutti, volontari, associazioni, comune, ma anche Università che è ancora “proprietaria” dello stabile e associazione Carabinieri in Congedo che ha nella struttura la propria sede. Ma ancora prima di “riportare in vita” i giardini è necessario agire sul fronte della sicurezza e della sorveglianza dell’area: la critica che emerge è la “scarsa” presenza delle forze di polizia, dell’ordine, “fatta eccezione per la Vigilanza ambientale, che aveva addirittura chiesto all’associazione Nazionale Carabinieri in Congedo di cedere uno spazio, così da essere più presenti e avere una maggior raggio di azione interno”. Dal 2010 ad oggi i controlli degli ispettori ambientali sono stati quasi 600. “Il volontariato strutturato e organizzato è la strada giusta da seguire” secondo il presidente del Cissaca Mauro Buzzi che torna a mettere sul piatto delle proposte quell’iniziativa del 2009, rimasta chiusa in un cassetto. “Si trattava della proposta di una serie di associazioni del territorio di occuparsi e gestire e curare gli spazi dei giardini Pittaluga, da poter utilizzare per iniziative, eventi, spazi pubblici (come erano le sale d’arte)”. Una sorta di “adozione” che non si è mai concretizzata con una convenzione effettiva e che oggi potrebbe essere una delle strade da tornare a percorrere. “Se si hanno le idee chiare su cosa si vorrebbe far diventare questo spazio – interviene il capogruppo della Lega Nord, Roberto Sarti – Qual è la prospettiva dell’amministrazione per i Giardini Pittaluga? Solo uno spazio di ‘passaggio’ oppure un’area da tornare a far rivivere, ad esempio con la riapertura degli spazi espositivi delle sale d’arte?”. Da questo dipende la “rinascita” dell’attuale Bronx...o magari da qui si può anche solo iniziare a ripartire. 
19/09/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018