Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Cento nuove piante (a compensazione delle 50 tagliate) entro metà dicembre

Era stato annunciato: la giunta comunale ha deciso di comprare 100 piante da collocare in diverse zone della città, dall'area vicino a piazzale Berlinguer, fino al Cristo a compensazione delle 50 tagliate nel parcheggio di fronte all'ospedale. A queste si aggiungeranno piante di piccole dimensioni messe a disposizione dalla regione Piemonte: 250 saranno curate dal Giardino Botanico, in attesa di capire dove collocarle
 ALESSANDRIA - Appena esplosa la polemica sulle 50 piante tagliate "per motivi di sicurezza" in piazzale Berlinguer era stato fatto un annuncio dai diversi componenti dell'amministrazione comunale, soprattutto con risposte ai cittadini sui social network.

Ora l'annuncio è diventato realtà: la giunta, a seguito di una apposita riunione, su istanza del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e alla presenza degli Assessori Paolo Borasio, Giovanni Barosini, Piervittorio Ciccaglioni e dei Responsabili dei Servizi Comunali Verde pubblico, Patrimonio, Giardino Botanico ha valutato l’opportunità di procedere ad una piantumazione straordinaria di alberi sul territorio comunale comprensiva di piante già sviluppate di circonferenza tronco 14/16 centimetri oppure 20/25 cm. Piante già abbastanza grandi, quindi.

Saranno 100 le nuove piante comprate dall'amministrazione per compensare le 50 tagliate in piazzale Berlinguer e saranno però distribuite in diverse zone della città, sobborghi compresi. Così 20 saranno collocate nella area verde vicino al piazzale di fronte l'ospedale, 15 in via Genova a Spinetta Marengo, 10 vicino alla scuola Morando, 10 dove c'è la rotonda di "paniate" verso via Giordano Bruno, 10 nell'area cani dove c'è il Cento Grigio e infine 35, così da formare un "piccolo parco pubblico alberato" nello spazio verde di via Pietro Nenni al Cristo.

Lavori che dovrebbero essere effettuati entro metà dicembre.

A queste nuove piantumazioni si aggiungono le "piantine", di diverse dimensioni (1 metro circa di altezza) messe a disposizione dalla Regione Piemonte ai sensi della Legge 113/1992 (cd. “piante per ogni neonato”): oltre 2500. Di queste l'amministrazione inizierà a ritirarne 250, che saranno affidate alle cure del Giardino Botanico in modo che crescano e si rafforzino così da poter decidere poi a novembre del prossimo anno (2019) dove piantarle. "E magari destinarle con una consultazione dell'anagrafe ad ogni nuovo bambino nato in città".

Ma visto che sono oltre 2000 l'amministrazione ha pensato attraverso una preliminare manifestazione di interesse di metterle a disposizione dei cittadini per la collocazione su aree private del territorio comunale a titolo ovviamente gratuito. Informazioni più precise sulle modalità del ritiro, che dovrà comunque avvenire entro marzo 2019 saranno comunicate prossimamente.

8/11/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria